Cosa devi sapere sui coltelli seghettati?

I coltelli seghettati non si sentono troppo a proprio agio nel mondo dei coltelli da cucina. Per molti un coltello seghettato equivale a un coltello da pane, ma è davvero così? Quando si chiama qualcosa un coltello seghettato? E a cosa servono i bordi appuntiti? Ci piacerebbe raccontarti tutto in questo articolo.

Cosa sono i coltelli seghettati?

I coltelli seghettati sono coltelli il cui bordo è arricchito da piccole seghettature. L'esempio più conosciuto è il coltello da pane: un coltello con una lama allungata e stretta che è arrotondata nella parte anteriore e, come detto prima, ha un bordo seghettato. Ma anche coltelli da tavola, coltelli per sbucciare, coltelli da burro, coltelli da pomodoro, coltelli da salsiccia e coltelli da panettiere possono essere arricchiti da dentellature. Per alcuni di questi coltelli la dentellatura è la norma, per altri è per lo più una rara alternativa a un bordo liscio.

Per cosa si usa un coltello seghettato?

I coltelli seghettati sono usati soprattutto per tagliare prodotti con un esterno duro e un interno più morbido. Una baguette è probabilmente la prima cosa a cui hai pensato. Ma anche altri tipi di pane, dolci e torte possono essere tagliati meglio con un coltello seghettato. Lo stesso vale per le pizze, se non hai una rotella tagliapizza, che è anche seghettata. O pensa all'ananas: non lo taglierai facilmente usando un coltello a lama liscia.

I coltelli seghettati sono anche perfetti per tagliare verdure "spugnose", come i pomodori. Ci sono anche coltelli speciali per il pomodoro che a volte sono chiamati anche coltelli da salsiccia. Un pezzo di salsiccia secca è facile da tagliare con un coltello seghettato. Ma, sicuramente, ci sono molti altri esempi di cibi che possono essere tagliati con questo tipo di coltello. La domanda più importante, tuttavia, è: perché si usa un coltello seghettato per questi compiti invece di un coltello a lama liscia?

Perché un coltello seghettato a volte è più adatto di un coltello a lama liscia?

Il vantaggio principale di un coltello seghettato è che non devi esercitare troppa pressione quando tagli. Le dentellature, dopo tutto, fanno il lavoro al posto tuo. Muovendo il coltello avanti e indietro, esso taglierà automaticamente più a fondo nel prodotto fino a raggiungere la base. Di conseguenza, la tecnica di taglio è molto diversa da quando, per esempio, si "dondola" un coltello da chef. Con un coltello seghettato non sarai in grado di tagliare immediatamente un prodotto. In cambio, però, si ottiene molta più aderenza, che è la chiave quando si tagliano i prodotti di cui sopra.

Hai mai provato a tagliare un pomodoro con un coltello per sbucciare? Soprattutto quando non si usa un coltello affilato come un rasoio, si schiaccia facilmente il pomodoro. Perderai i succhi all'interno ed è pericoloso. Sei portato ad applicare più pressione e se il coltello scivola puoi farti davvero male. Tuttavia, se si usa un coltello seghettato, la forma del pomodoro rimarrà intatta permettendo di tagliare delle belle fette uniformi.

Quando prepari o compri pane, torte, crostate e così via, il coltello seghettato ti assicurerà di non produrre tante briciole e di non schiacciare il prodotto. La quantità di briciole create dipende anche dalla qualità del coltello. Cosa rende un coltello seghettato un buon coltello seghettato? Di seguito potrai leggere tutto al riguardo.

Quali sono le caratteristiche di un buon coltello seghettato?

Ci sono molte differenze tra i coltelli seghettati. Per esempio, ci sono coltelli seghettati con denti affilati come rasoi, mentre altri hanno punte leggermente più arrotondate. Inoltre, alcuni coltelli hanno più dentellature di altri, anche se la lunghezza della lama è abbastanza simile. E anche la profondità dello spazio tra le dentellature, chiamiamole slot, è diversa.

Un buon coltello seghettato ha dentellature affilate come rasoi. Queste dentellature ti offriranno più presa e ti permetteranno di usare meno forza. La ragione per cui alcuni coltelli seghettati hanno punte arrotondate è per assicurarsi che non si consumino troppo rapidamente. Tuttavia, se cerchi un piacere di taglio ottimale, dovresti scegliere un coltello seghettato con punte affilate come rasoi.

La profondità delle fessure tra le dentellature influisce anche su quanta presa avrai. Più profonda è la fessura, più grande è la superficie dei denti. Questo ti garantisce una presa maggiore: il coltello taglierà il pane, il pomodoro o qualsiasi tipo di prodotto molto più facilmente.

Anche il numero di dentellature è fondamentale. Noi crediamo che meno dentellature ci sono, meglio è. La superficie di contatto per ogni dentellatura sarà, dopo tutto, migliore, assicurando che ogni singola dentellatura applichi più pressione. Il risultato è che un coltello seghettato con meno dentellature taglierà più in profondità di un coltello che ne ha molte.

In breve: vuoi acquistare un buon coltello seghettato? Scegline uno con una quantità relativamente contenuta di dentellature appuntite e affilate, con una profonda fessura in mezzo. E assicurati sempre di prenderti cura dei tuoi coltelli. Dopo tutto, anche se potrebbe risultare un po' più difficile di un "coltello normale", puoi anche affilare un coltello seghettato da solo.

Temi correlati
Spedizione
ups
Metodi di pagamento
payment-visa
payment-mastercard
payment-paypal
ITItalia