Come si mantiene un tagliere di legno?

La manutenzione di un tagliere di legno suscita a volte delle domande tra i nostri clienti. Come ci si assicura che un bel tagliere di legno rimanga bello per anni?

Legno

Partiamo dall'inizio: il legno è un prodotto naturale. Questo significa che è splendidamente disegnato da madre natura. Significa anche che ha delle proprietà erratiche e naturali. Questo perché un tagliere di legno funziona. Non vogliamo dire che serve per portare necessariamente il cibo in tavola, anche se può essere usato per questo, naturalmente. Con la lavorazione del legno intendiamo che si espande e si restringe a seconda dell'umidità e della temperatura. È vivo, per così dire. A causa di ciò, possono formarsi crepe e fessure. Oltre al non essere particolarmente piacevoli, queste crepe e fessure possono anche diventare un facile rifugio per i batteri. Qualcosa che vogliamo evitare.

Effetto antibatterico

Alcune persone dicono che un tagliere di legno non è igienico. Ma in realtà non è così. Quando si taglia, si creano piccole scanalature nella tavola e i batteri vi si raccolgono. Il fatto è che una scanalatura in un tagliere di plastica si chiuderà (parzialmente) attorno allo sporco all'interno della scanalatura. Pertanto, quando si lava il tagliere, non è garantito che si lavi via tutto lo sporco dalle scanalature. Un tagliere di legno non si chiude intorno allo sporco, ma si apre durante la pulizia. In questo modo, puoi essere sicuro di lavare via tutto dalla scanalatura. Oltre a questo, il tannino nel legno aiuta moltissimo, uccidendo gran parte dei batteri.

Pulizia dopo l'uso

Dopo aver usato un tagliere di legno, è meglio sciacquarlo e pulirlo con una spazzola per lavastoviglie o un panno. Non è necessario usare sempre il detersivo per i piatti, ma è consigliato dopo aver tagliato carne cruda, pollame o pesce. Assicurati di asciugare bene la tavola, se la metti via bagnata di solito il legno continua a lavorare. Svolge il suo lavoro perfettamente, ma un tagliere potrebbe sopportare meglio il suo lavoro con calma. Dopo averlo asciugato, conservalo preferibilmente in posizione verticale. È importante che la venatura del legno sia verticale. Questo riduce notevolmente le possibilità di deformazione.

Si può lavare un tagliere di legno nella lavastoviglie?

Un tagliere di legno è assolutamente incompatibile con la lavastoviglie. Il tagliere verrebbe bagnato e riscaldato nella lavastoviglie e poi raffreddato e asciugato molto velocemente. Questo è un modo molto facile per la formazione di crepe. Per non parlare delle sostanze corrosive che si trovano nel detersivo per lavastoviglie...

Oliare un tagliere di legno

Oltre a mantenere pulito un tagliere di legno, è anche importante mantenere il legno in ottime condizioni. Non abbiamo bisogno di andare in una pista da corsa, un po' d'olio è sufficiente. Se il legno è saturo d'olio, si chiude e forma uno strato protettivo. Per oliare un tagliere di legno è meglio usare un olio inodore e insapore. L'olio di mandorle o di semi d'uva sono valide scelte. (Attenzione: l'uso dell'olio di mandorle non è raccomandato quando si ha un'allergia alle noci) Anche l'olio minerale bianco è adatto per questo compito, ma raccomandiamo l'uso di olio per taglieri. Non usare l'olio d'oliva perché diventerà appiccicoso e sgradevole e, naturalmente, non è quello che desideri per il tuo tagliere.

Manutenzione maggiore

Quando si deve oliare un tagliere di legno, il primo passo è la pulizia della tavola. Prima strofina la tavola con succo di limone o aceto bianco. Cospargi di sale (marino) e prendi un tovagliolo di carta o un canovaccio pulito. Strofina il sale e il succo o l'aceto sul ripiano e lascialo in ammollo per 15 minuti. Questo rende il tagliere pulitissimo. Sciacqua il tagliere e asciugalo con un panno o un tovagliolo di carta. È importante che la tavola sia ben asciutta prima di oliarla. L'olio verrà assorbito meglio in questo modo.

A questo punto la tavola sarà pronta per essere oliata. Versa un po' di olio sul ripiano e strofinalo con un pezzo di carta da cucina o un canovaccio pulito. Lascia alla tavola tutto il tempo necessario per assorbire bene l'olio prima di usarla di nuovo. Ripeti l'oliatura dopo il tempo di riposo e continua fino a quando la tavola non assorbe più olio. Questo significa che la tavola è satura.

Manutenzione minore

Il processo completo che include la pulizia con acido e sale è necessario solo ogni 2 o 4 mesi (a seconda della frequenza di utilizzo). Nel frattempo, si può semplicemente oliare la tavola dopo averla lavata e asciugata come si fa dopo l'uso quotidiano. In questo modo, il legno rimane in ottime condizioni, anche tra i grandi momenti di manutenzione. A seconda della frequenza d'uso, puoi farlo ogni due settimane o una volta al mese: quando il tagliere comincia ad essere secco, sai che è il momento di un nuovo strato d'olio.

Tagliere per tutta la vita

Se tratti il tuo tagliere regolarmente con un po' d'amore, attenzione e olio, riuscirai a mantenere un rapporto lungo e felice.

Temi correlati
Spedizione
ups
Metodi di pagamento
payment-visa
payment-mastercard
payment-paypal
ITItalia