Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

LT Wright Gary Wines Bushcrafter recensione di Padraig Croke

LT Wright Knives sono molto famosi. Per aiutarti a capire di cosa si tratta, abbiamo chiesto all'appassionato di bushcraft Padraig Croke di testare e recensire il LT Wright Gary Wines Bushcrafter. Buon divertimento!

È da due anni ormai che ho il piacere di scrivere delle recensione per Knivesandtools. In questo periodo ho potuto provare coltelli da sopravvivenza grandi come il Becker BK2 e l’ESEE 6. Ho esaminato lame di fascia alta come Fällkniven S1X e Bark River Bushcrafter, e ho anche usato coltelli più specializzati come Lionsteel BestMan e l’ESEE JG5. Alcuni di loro mi sono piaciuti, altri li ho amati... con altri non mi sono adattato così bene.

Dopo aver dedicato tanto tempo a tutti questi coltelli e aver scritto per questa pagina web per così tanto tempo, verrebbe da chiedersi come continuare a creare idee originali e articoli interessanti per il lettore, senza iniziare a suonare come un disco rotto! La verità è che credo che sia lo strumento stesso che scrive l'articolo; ognuno unico nelle sue stranezze e nel carattere, proprio come il seguente. Scelte, forme, durezze, materiali e profili dell'acciaio danno carattere a una lama, e il mio lavoro è stato semplicemente quello di portare alla luce, con parole mie, quali sono le mie sensazioni quando interagisco con questi strumenti. Con una tale varietà e scelta là fuori, credo che esista un coltello perfetto per tutti. Io credo di aver trvato un coltello del genere che soddisfi i miei bisogni. Il LT Wright Gary Wines Bushcrafter è semplicemente il mio coltello preferito.

Ti assicuro, ci ho pensato più volte prima di scrivere queste parole, soprattutto dopo aver elogiato tanti altri coltelli attraverso questi articoli, e ovviamente la mia idea su di essi continua ad essere la stessa! Ma finalmente ho trovato un coltello con il quale mi sento completamente a mio agio sin dall'inizio. La semplicità del profilo delle lame, la scelta dell'acciaio e la forma del manico nella mia mano, sono proprio quello che cercavo, e nemmeno me ne rendevo conto!

Quest'anno mi sono già imbattuto in alcune avventure interessanti. Ho potuto passare un paio di mesi nell'Artico svedese per lavorare con alcune persone lassù coinvolte nel turismo d'avventura. Quindi mi è sembrato giusto portare con me il Gary Wines per metterlo davvero alla prova. COn un clima che molto spesso raggiunge i -40°C, è necessaria una lama robusta. Quando stavo salendo, ho immaginato quali tipi di coltelli sarebbero stati usati tradizionalmente a questa latitudine, verso l'alto di 66 gradi nel circolo polare artico. Le persone che vivono in queste regioni, in Scandinavia, America e Russia, hanno sempre avuto bisogno di strumenti affidabili che non le deludessero. Ma prima di condividere la mia esperienza, diamo un'occhiata all'azienda dietro questo coltello e alle origini della sua creazione.

L'azienda

Con sede a Winterville, Ohio, l'azienda LT Wright, come la maggior parte, ha iniziato da umili origini. Il primo coltello di LT, un coltello in kit, che ha realizzato per suo padre nel 2003 per Natale, gli è valso una grande notorietà tra gli amici di suo padre. Ciò ha portato a più ordini e in poco tempo LT è passata sotto la tutela di RW Wilson, un leggendario produttore di coltelli a sé stante, dopo aver trascorso gli ultimi 40 anni ad affinare i suoi tomahawk e coltelli personalizzati. Facciamo un salto in avanti fino ad oggi, e molti bei coltelli dopo, LT e il suo team di circa altri sei artigiani creano coltelli che mantengono uno standard di massima qualità. Ogni lama è realizzata a mano, dal riscaldamento al macinino, e ogni lama viene esaminata prima di essere ritenuta idonea alla vendita. Una storia dell'azienda sul loro sito web rivela un po' di più di questa filosofia e della loro dedizione all'eccellenza artigianale.

Nel corso degli anni, L.T. ha messo insieme un team di coltellinai talentuosi. L.T. supervisiona il loro lavoro ed è orgoglioso di formare ogni nuovo membro del team. Gli piace assisterli mentre progrediscono nelle loro abilità di fabbricazione di coltelli. Il loro talento e la loro dedizione sono parte integrante del successo dell'azienda. Sono orgogliosi non solo del loro lavoro, ma anche del prodotto finale. L'obiettivo di LT è che la sua squadra diventi produttori di coltelli migliori dei suoi. Questo non è solo un lavoro, è uno stile di vita.

I coltelli LT sono semplicemente alcune delle migliori lame oggi sul mercato e la loro dedizione all'artigianato è evidente nel coltello che ora tengo in mano, il Gary Wines Bushcrafter.

Chi è Gary Wines?

Gary Wines, con sede a Sheffield nel Regno Unito, è rinomato per le sue lame di qualità. I riconoscimenti di Wines sono estremamente impressionanti: ha prestato servizio nel 21° reggimento del servizio aereo speciale presso lo squadrone del quartier generale di Chelsea del Duca di York come armaiolo, e successivamente nel settore della sicurezza privata. Wines si è anche classificato come colonnello con l'unità di protezione reale militare dell'Arabia Saudita. Non sorprende quindi che abbia un rapporto personale con alcune delle divisioni militari più specializzate al mondo. In combinazione con anni di ricerca sugli strumenti utilizzati nel corso della storia militare e il suo rapporto con le forze armate, alla fine ha iniziato a produrre egli stesso strumenti per il personale militare. La prima produzione di Wines è stata un coltello appositamente progettato per missioni di fuga ed evasione. Il successo di questo coltello lo ha portato a produrre una serie di coltelli speciali per i militari.

Ci si dovrebbe sentire abbastanza a proprio agio nell'usare un coltello realizzato da un uomo con questo livello di competenza ed esperienza, ed è abbondantemente evidente nella lama Bushcraft in collaborazione con LT Wright. Vale la pena notare che lo stesso Wines ha un modello Bushcraft, che è in qualche modo simile al modello più recente che ho qui, con alcune differenze notevoli. Le guancette sono arrotondate nella parte superiore, invece della versione squadrata in LT Wrights, e le scelte del manico sono in palissandro o Antler. Inoltre, il tagliente inizia leggermente più in alto rispetto alla lama dal manico. Tuttavia, le specifiche sono quasi identiche a parte queste piccole differenze. Tuttavia, non ho usato una delle sue lame, quindi non azzarderei a indovinare in che modo si comportano diversamente. Il modo in cui alla fine Wines ha collaborato con LT Wright sembra essere allo scopo di portare i suoi modelli di coltelli nei mercati degli Stati Uniti e consentire a questo bellissimo coltello di essere prodotto e distribuito più ampiamente per il nostro divertimento.

La lama

Questo coltello è realizzato a mano con un bordo scandi a molatura zero di 11 gradi, seguito da un disco rigido, per aumentare la durata e proteggere dai bordi mobili. C'è una micro smussatura che aiuterà a proteggere la lama dalle scheggiature. Si tratta, basicamente, di una pratica standard sui moderni strumenti di bushcraft moderni, ed era qualcosa che volevo davvero testare quando mi sono diretto nell'Artico per dare davvero una corsa a questo coltello per i suoi soldi, ma ci arriveremo. A 59 HRC questo acciaio O1 raggiunge praticamente la durezza ottimale, pur essendo di facile manutenzione. Ho scoperto che l'acciaio O1 è uno dei miei acciai preferiti quando si tratta di coltelli per uso generale. Nonostante la sua propensione alla ruggine se non viene curato a causa dell'alto contenuto di carbonio, l'O1 è perfetto per le tradizionali lame bushcraft. Prenderà rapidamente una bella patina che farà sembrare la tua lama unica. Quando sono passato dal mio primo coltello Morakniv Companion a una lama fatta a mano in acciaio O1, è tutto ciò con cui ho lavorato per anni. Forse è per questo che lo amo così tanto e so come lavorarlo e mantenere facilmente il suo bordo. Dicono che un coltello non è veramente tuo finché non lo hai dovuto affilare, e i Gary Wines si affileranno magnificamente per te con il minimo sforzo.

Il dorso dell’LT è spaventoso! Un bordo di 90 gradi davvero impressionante è stato rettificato nella lama e produrrà sempre scintille perfette con un'asta di ferro. Ma è anche meraviglioso per raschiare il legno grasso e il materiale di corteccia per accendere il fuoco. Usare il dorso è sempre preferibile a smussare il bordo di lavoro, se possibile, e questo dorso è probabilmente uno dei più belli che abbia mai usato. L'unico dorso che mi viene in mente che sia forse ancora più nitido è il Morakniv Garberg.

A parte tutte le specifiche tecniche, che ovviamente a tutti noi piace aggiungere, questo coltello è anche bellissimo. Con un profilo commerciale quasi francese, funziona e scivola nella mano con un tale sforzo che diventa rapidamente un'estensione della tua mano, obbedendo intuitivamente ai tuoi comandi. Non ci sono fronzoli, né sorprese. In tutte le posizioni, proprio come i manici, la lama eseguirà qualsiasi compito tu voglia che faccia. La punta è abbastanza sottile da entrare nei piccoli angoli durante l'esecuzione di compiti complessi e la pancia è tale che affettare è una gioia. Qualsiasi parola sarà superflua per sottolineare la comodità di questo strumento. Un vero tuttofare.

Guancette

Le guancette di questo coltello sono realizzate in micarta e utilizzano resina epossidica di grado marino. La micarta ha il vantaggio di potersi comportare bene sia sul bagnato che sull'asciutto, e rimarrà aderente e sicura nella mano. Inizialmente volevo provare la versione verde opaco di questo coltello, ma la fenomenale richiesta di queste lame sul sito Web di Knivesandtools mi ha lasciato con le guancette di pitone. Devo dire che sono contento che sia andata così, perché il colore e la consistenza, esteticamente parlando, sono assolutamente fantastci. Insieme ai bulloni in ottone e acciaio, la combinazione crea una lama straordinaria. Sono persino arrivato al punto di trovare una perlina con lanyard di serpente per completare il tema! Sono completamente innamorato di questo coltello.

La forma della guancetta qui è ingannevolmente semplice e ci sono alcuni dettagli che vale la pena menzionare, ma li noterai quando la terrai in mano. La prima cosa che ho notato è stata la totale mancanza di punti deboli o angoli. Proprio come un coltello da intaglio, la simmetria qui significa che, indipendentemente dal tipo di presa che stai impiegando, è sempre adatto al compito e troverà un angolo nella tua mano per adattarsi perfettamente. Secondo me il manico è di uno spessore perfetto. Uno dei più comodi che ho tenuto, infatti, anche indossando i miei pesanti guanti da esterno. Oltre a questo, la mancanza di un pomo all'estremità della base consente tagli a leva sul petto davvero comodi. Niente ti scava nel petto e il coltello lavora con te. C'è un leggero rigonfiamento di spessore verso la parte posteriore, che aiuterà a tagliare la potenza del movimento. Tuttavia, la lama è probabilmente troppo corta perché un'azione come questa sia veramente efficace. Non mi aspetterei comunque che una lama Bushcraft sia un coltello per sminuzzare efficace. Lascia che questo compito sia svolto dalle lame da sopravvivenza! Tutto sommato, l'equilibrio complessivo e l'ergonomia applicati a questa lama consentono di utilizzarla per molto tempo, con azioni ripetibili, senza affaticamento o dolore alla mano. Trucioli, pushcut, azioni verso il basso con presa completa, leve pettorali e colpi di trazione... tutto facile e comodo. Anche se l'ultimo di questi può essere un po' doloroso se non ci sei abituato, a causa dell'impressionante dorso a 90 gradi.

Il fodero

Il fodero è stato realizzato da JRE Industries. Affidare la produzione ad un'altra azienda, piuttosto che realizzare i foderi internamente, si traduce in una grande attenzione ai dettagli in modo che funzioni altrettanto bene quanto la lama. Fatto da 8 once. la pelle conciata al vegetale, le linee a doppia cucitura e i dettagli degli occhielli mi infondono la certezza che questo fodero è realizzato con cura e attenzione. L'incorporazione di un anello in acciaio antincendio è un bel dettaglio, e lo uso per trasportare una vecchia bacchetta di ferro con coperchio in tasso di 9,5 cm che ho da anni. Il LT Wright sembrava il coltello giusto con cui portarlo, quindi ora è stato incorporato nel set per me. Ci sono occhielli aggiuntivi sul fondo, per essere creativi e aggiungere qualsiasi altra cosa tu voglia portare. Ci sono anche due opzioni di trasporto, poiché questo fodero viene fornito con un ciondolo incluso. Necessario per accedere al tuo coltello quando indossi giacche più lunghe in in climi freddi.

Test nell'Artico

Detto questo, e dopo circa un mese di utilizzo nel centro di canoa dove lavoro, volevo portare questo coltello con me nell'Artico e lasciarlo libero di dare il meglio di sé. L'avevo già usato abbastanza per sapere che era adeguato per me, quindi ho portato con fiducia solo questa lama per accompagnarmi per due mesi. Gli unici altri strumenti che ho portato con me erano una piccola ascia da foresta, una Silky, un'affilatore tascabile Spyderco Double Stuff e della pasta Tormek per la levigatura. C'è qualcosa di liberatorio nel tenere con me un set di strumenti così piccolo, essendo stato abituato a quell'antica tirannia della scelta durante i viaggi su quale lama portare. In quel momento non avevo altra scelta se non usare il LT.

L'azienda con cui sto attualmente lavorando quassù è un'azienda turistica che gestisce un campo di tentipi vicino al lago ghiacciato di Gunnarsbyträsket. Una giornata tipo qui può includere racchette da neve, escursioni in motoslitta attraverso le terre ghiacciate, escursioni, nuoto in piscine di ghiaccio, cucinare sul fuoco e rilassarsi nelle grandi tende Tipi. I compiti quotidiani che mi vengono richiesti sono vari e diversi e, come puoi immaginare, il LT è sempre con me. Ho dovuto rimuovere il ghiaccio dalle catene congelate con esso. Ho aperto a fette innumerevoli sacchi di legna da ardere, per non parlare di aver ridotto i ceppi congelati in parti più piccole per accendere il fuoco. Si fanno i bastoncini di piume, si raschia la corteccia di betulla, si tagliano carne e verdure... praticamente tutte le attività del campo. Mi vergogno a dire che ho dovuto usare anche il coltello come cacciavite… ma non parliamo di questo.

Fa così freddo qui che la tua lama diventerà gelida e appiccicosa in pochi minuti. Le superfici in acciaio non sono tue amiche in queste condizioni. Anche il legno è congelato, poiché tutta l'umidità viene trasformata in ghiaccio. Questi fattori rendono le cose un po' più complicate del normale. Ad esempio, è difficile eseguire qualsiasi attività con il coltello che comporti il soffocamento o la tenuta dell'acciaio della lama, perché le mani con i guanti si attaccheranno facilmente alla lama! Inoltre, lo sforzo aggiuntivo esercitato sul coltello da materiali un po' più duri, come il legno congelato, può significare che il tuo bordo si smusserà più velocemente del normale. Per fortuna ho la mia doppia pietra con me ogni volta che è necessario un rapido ritocco. I guanti sono sempre necessari qui, poiché la punta delle dita si congelerà dopo pochi minuti di lavoro senza di essi, riducendo la tua destrezza quasi a zero. Quindi è importante per me che questo coltello sia comodo da usare con guanti più spessi. In realtà indosso 3 strati di protezione per le mani quassù: una sottile fodera in merino viene indossata sotto uno spesso guanto di lana, seguito da uno in pelle resistente. Quando sei in motoslitta, guidare a soli 30 km/h a -25°C porterà il vento gelido fino a -48°C! Un modo infallibile per congelare. E così a volte bisogna indossare anche i guanti a sacco, quelli che mantengono solo il pollice indipendente rispetto alle altre dita. Tutto questo può rendere la mano molto goffa. Con l'LT, il manico è abbastanza grosso da funzionare ancora bene, anche se a volte devo rimuovere uno strato di protezione per usarlo in sicurezza.

Un altro fattore da considerare è l'accessibilità del coltello! Il freddo significa che indossi molti strati di indumenti che riducono la mobilità e la flessibilità quando lavori e cammini. Il ciondolo incluso nel fodero LT è stato di grande aiuto qui, perché ha permesso al mio coltello di sedersi più in basso sulla gamba quando è fissato alla cintura. Il mio parka è piuttosto lungo e la possibilità di accedere al mio coltello era importante. Questo può sembrare ovvio a molti, ma vale la pena farlo presente anche qui, penso. Raggiungere facilmente il coltello senza armeggiare e, cosa più importante, essere in grado di rimetterlo in sicurezza quando non viene utilizzato, sono fattori importanti da considerare quando si sceglie un metodo di trasporto per la lama.

Detto questo, quello che stavo cercando in questa lama, nel vero senso di una lama Bushcraft, era un tuttofare per le attività del campo in grado di svolgere sia lavori pesanti che complessi. Questo tipo di compiti smussano la tua lama, quindi un buon coltello bushcraft deve anche essere facile da mantenere sul campo. Deve funzionare con le mani guantate ed essere comunque agile ed ergonomico. Come ho affermato sopra, credo che questo sia uno degli strumenti migliori che abbia mai avuto il piacere di usare. Ho ancora un altro mese quassù nella Lapponia svedese, e suppongo che non mi pentirò mai di avere questo coltello con me. Se non ne hai ancora uno... compralo subito. Il successo è assicurato!

Padraig Croke

Pedraig Croke è un esperto del bushcraft e un appassionato di outdoor, di intaglio del legno e un escursionista. È il co-conduttore di The Trial by Fire Podcast, un podcast bisettimanale dedicato a tutto ciò che è bushcraft e outdoor. È anche un amministratore della comunità online Living to Learn e designer principale della rivista The Bushcraft Journal.

Nel Podcast Trial by Fire, Padraig Croke e Joe Price discutono di tutto ciò che è buscraft e outdoor. Puoi trovare tutti gli episodi su TrialByFire, e tutti sono disponibili cercando 'The Trial by Fire Podcast' su iTunes, Spotify e Stitcher. E segui @thetrialbyfirepodcast su Instagram.

Grazie Padraig per questa fantastica recensione!

Temi correlati
Spedizione
ups
Metodi di pagamento
payment-visa
payment-mastercard
payment-paypal
ITItalia