Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

Ordina oggi, verrà spedito lunedì
Spedizione gratuita da 100 €
Resi gratuiti entro 30 giorni
I nostri clienti ci valutano con 5 stelle

The Nessmuk Trio: Una ripresa moderna di Padraig Croke

Gli appassionati sapranno chi era 'Nessmuk' e cosa ha significato per il bushcrafting moderno. Il nostro bushcrafter Padraig Croke ha testato il "sistema Nessmuk" per noi con un'ascia Hultafors Ekelund, una lama fissa ESEE JG5 e un coltello pieghevole LionSteel BestMan.

Nel mio ultimo articolo per Knivesandtools ho parlato di combinazioni di strumenti, e la scelta degli elementi giusti per i compiti che si possono trovare a fare, così come il tipo di terreno o bosco che si sta affrontando. Questo è un argomento che personalmente trovo affascinante, e sono sempre curioso di vedere le combinazioni di attrezzi delle persone e perché portano proprio quelli. Con la serie apparentemente infinita di scelte disponibili per noi amanti dell'outdoor quando si tratta di strumenti e marche, trovare la giusta combinazione per può sembrare scoraggiante. Coltello da sopravvivenza o coltello bushcraft? Ascia o accetta? Dovrei portare una sega?

Il Nessmuk Trio era una combinazione di strumenti sperimentata da un uomo chiamato George Washington Sears. Conosciuto anche come Nessmuk, Sears era un boscaiolo e uno dei primi conservazionisti della fine del 1800, ed è considerato, insieme a Kephart, come uno dei nonni del moderno bushcraft. Il suo libro, intitolato Woodcraft and Camping, è stato stampato fin dalla sua pubblicazione nel 1884, e rimane un punto fermo in ogni collezione di libri. Molti, me compreso, hanno esaminato il suo lavoro e tentato di digerire e ricreare il suo kit e i suoi strumenti, e oggi rimane una delle figure più influenti nel mondo del bushcraft. Nessmuk credeva che la sua combinazione di strumenti (un coltello da cintura, un'ascia e un coltello da tasca) potesse completare qualsiasi compito che aveva bisogno di compiere sul campo. In questo articolo vorrei esaminare questa combinazione. Non solo come è rilevante nelle attività all'aperto di oggi, ma anche come potremmo modificare gli strumenti per adattarli ai tipi di compiti che l'uomo moderno amante delle attività all'aperto si trova a svolgere oggi.

Scegliere i tuoi strumenti

Da amanti dell'outdoor siamo degli sperimentatori naturali, che si dilettano nei momenti tra un'avventura e l'altra per pianificare e modificare il nostro kit, decidendo come e cosa portare, e inventando modi nuovi e interessanti per soddisfare i nostri gusti e il nostro stile di trasporto. Naturalmente, ognuno avrà i propri pensieri e le proprie idee su quello che considera il migliore equipaggiamento. Non c'è una risposta giusta o sbagliata, tuttavia, il Nessmuk Trio è un ottimo punto di partenza come base per ciò di cui si può avere bisogno sul campo. Vale anche la pena pensare che tipo di uomo outdoor sei. Che tu sia un escursionista ultraleggero, un cacciatore o un basecamper, il tuo kit varierà drasticamente a causa delle limitazioni di trasporto, della tua altezza e del tuo peso e della durata del tempo che pensi di trascorrere fuori. Per esempio, un'ascia da campo più grande può essere più adatta se si prevede di fare campeggio di base per un certo numero di giorni, soprattutto nei mesi più freddi, al fine di elaborare più combustibile per il tuo fuoco. Mentre per un trekking più lungo o per un uso leggero di artigianato o di spaccatura, un'ascia a una mano può essere più adatta. Si tratta di versatilità e pianificazione.

Sears era un uomo a cui piaceva cucinare e cacciare, e così i suoi strumenti erano progettati per soddisfare le sue esigenze. Il suo coltello da cintura aveva una forma adatta alla lavorazione del cibo e alla scuoiatura (di cui parleremo più avanti in questo articolo). La sua ascia era a doppia lama, un lato era per la lavorazione del legno, l'altro per tagliare le ossa, e il suo coltello pieghevole era usato per la fabbricazione di piccoli oggetti da campo. Guardiamo ora ciascuno degli strumenti in modo più dettagliato.

L'ascia

Come menzionato sopra, Nessmuk portava un'ascia a doppia punta. Nel suo libro Woodcraft and Camping, descrive la sua ascia e i suoi pensieri sul portarne una.

"E proprio qui permettetemi di divagare per una piccola chiacchierata sull'indispensabile accetta; perché è il pezzo più difficile del kit da campo da ottenere nella perfezione di cui sono a conoscenza. Prima che dei miei 12 anni mi resi conto che un'accetta leggera era una conditio sine qua non nell'artigianato del legno, e la trovai anche una cosa molto difficile da ottenere. Ho provato con le accette da tegola, le accette da listello e le piccole accette che si trovano nelle ferramenta di campagna, ma nessuna di esse era soddisfacente... Ho cacciato per dodici anni prima di trovare l'accetta da tasca che stavo cercando. Realizzara a Rochester, da un fabbricante di strumenti chirurgici di nome Bushnell... Preferisco la doppia lama. Voglio un bordo spesso e acuto per nodi, ossa di cervi, ecc. e un bordo fine e tagliente per tagliare il legno chiaro".

George Washington Sears, Woodcraft and Camping

Per Nessmuk, la necessità di avere un'ascia corta a doppia punta si adattava alle sue esigenze, che erano quelle di lavorare gli animali e di spaccare il legname. Per qualcuno come me, che non lavora grandi parti di animali, ma usa invece l'ascia per spaccare e per l'artigianato da campeggio, la doppia punta non è necessaria. Con questo in mente, personalmente le mie due asce preferite sono la Fiskars Norden N7 e la Hultafors Ekelund Hunting Axe (che originariamente si chiamava Hultafors Classic Hunter). Non mi addentrerò troppo nella Fiskars ora, ma puoi leggere la mia recensione completa Fiskars Norden N7 qui.

Recensione dell'ascia da caccia Hultafors Ekelund

La Hultafors Ekelund (Classic Hunter) è stata la mia prima ascia quando ho iniziato ad andare nei boschi, e ce l'ho ancora oggi. Con una lunghezza totale di 20", è abbastanza lunga da poter essere usata con due mani, il che la rende ideale per lavori forestali più facili e per spaccare. L'Ekelund è la perfetta via di mezzo tra il portare un'ascia da spacco più grande e un'accetta più piccola. La testa convessa, realizzata in acciaio svedese di alta qualità, è forgiata a mano e il profilo la rende utilizzabile per scuoiare la selvaggina con grande precisione. È una grande dimensione per l'artigianato da campo, e si potrebbe certamente andare via con lavori di intaglio più fini con esso. Tuttavia, con un peso complessivo di 1,25 kg, un uso prolungato come per l'intaglio del cucchiaio non sarebbe consigliabile.

La maschera in pelle di alta qualità per questa ascia, a mio parere, ha un vantaggio rispetto ad altre maschere per asce che ho visto da altri produttori. Questo perché non ha un bottone a pressione, ma invece un pezzo di pelle che si lega intorno alla parte posteriore della testa dell'ascia ed è particolarmente buono per una serie di motivi. Uno è che può essere tirato bene e stretto, come la pelle si deforma e si allunga nel tempo, piuttosto che fare affidamento su un semplice bottone a pressione che può allentarsi o fallire con l'età. Un altro vantaggio, è che è molto facile da sostituire sul campo con un pezzo di paracord o altro cordame, se si dovesse rompere.

Se sei il tipo di uomo all'aperto che usa la sua ascia per lavori di artigianato o di costruzione, un'ascia più piccola e più agile forse è l'opzione migliore per te. Un'ascia a una mano che fosse più leggera e veloce come la Fiskars Norden N7 sarebbe probabilmente più adatta alle tue esigenze. Indipendentemente dallo stile o dalla dimensione che usi, l'ascia sarà sempre l'amica di un bushcrafter. Ma ora passiamo al compagno dell'ascia: il coltello da cintura Nessmuk.

Il coltello da cintura

Con il lavoro più pesante svolto con l'accetta o l'ascia, il prossimo strumento in linea in termini di peso o dimensioni è il coltello da cintura. Il coltello da cintura è considerato da molti come l'attrezzo principale del bushcrafter o dell'amante dell'outdoor, permettendo la creazione di molti altri strumenti, così come la rottura di piccoli pezzi di legno e persino la lavorazione del cibo. Nessmuk ha pensato a lungo e duramente al tipo di coltello che gli piaceva portare, e aveva un debole per un coltello più sottile e leggero, rispetto alle lame più pesanti, del tipo a uno strumento. Egli dice;

"Una parola sul coltello, o sui coltelli. Questi sono di prima necessità, e dovrebbero essere i migliori, sia per quanto riguarda la forma che la tempra. I "bowies" e i "coltelli da caccia" solitamente tenuti in vendita, sono spessi e goffi, con una sorta di cresta lungo il centro della lama, dall'aspetto minaccioso, ma di scarsa utilità; piuttosto adatti ad adornare un romanzo da quattro soldi o la cintura di "Billy the Kid", che l'attrezzatura del cacciatore. Quello mostrato nel taglio è sottile nella lama, e pratico per scuoiare, tagliare la carne o mangiarvici.

George Washington Sears, Woodcraft and Camping

A parte quest'ultima riga, in realtà parla molto poco della forma, dello stile o del fabbricante del suo coltello. Non appare da nessuna parte che abbia effettivamente usato questo coltello per la lavorazione del legno o per il bushcraft in generale, ma se diamo un'occhiata all'illustrazione che ci ha fornito, possiamo vedere che è chiaramente modellato in uno stile che si vede più spesso nei coltelli da macelleria e per la lavorazione della carne, con una gobba o una cresta sul retro della lama per scuoiare, e una pancia rotonda adatta a tagliare la carne. Questa è una forma di coltello che non conoscevo molto bene prima di scrivere questo articolo circa 3 mesi fa. Così, in vero stile Nessmuk, ho iniziato a usare l'ESEE JG5, che è effettivamente ispirato da Nessmuk stesso. Volevo vedere se un coltello come questo sarebbe stato un coltello da legno versatile per il moderno bushcrafter di oggi.

Recensione dell'ESEE JG5

Alcune persone potrebbero già avere familiarità con questo coltello. Rilasciato due anni fa, il JG5 faceva parte di una nuova serie di attrezzi su cui ESEE ha lavorato, insieme all'ESEE PR4 (che ho recensito e l'articolo può essere letto QUI) e all'ascia Gibson, che usano tutti gli stessi materiali stonewashed 1095 e manici di micarta smerlati marroni. Anche se le specifiche sono simili, il PR4 e il JG5 si comportano in modo molto diverso l'una dall'altra. La prima cosa che noterai del JG5 è quanto è sottile, e combinando questo con il bisello piatto e la pancia arrotondata troverai che la lavorazione del cibo con questo coltello è un gioco da ragazzi (nessun gioco di parole). A differenza di uno bisello scandi, questa geometria del bordo gestirà verdure e carne in modo sorprendente, un compagno perfetto per ottenere gli ingredienti dello stufato elaborati. È un coltello outdoor progettato per il cuoco da campo che è in te.

Ammetto che ero scettico sulla versatilità di questo coltello quando mi è arrivato. Le guancette e la forma lo rendono estremamente comodo in mano sì... ma lo spessore e la lunghezza del JG5 lo renderebbero adatto per il tipo di lavoro che mi trovo a usare un coltello per il campo? Onestamente, è un grande coltello, e l'ho messo attraverso i test che normalmente farei con una lama, tra cui batoning, featherticking e alcuni compiti di intaglio più sottili. Nel complesso è un coltello che riesce ad affrontare molte situazioni.

Il featherticking e l'accensione di un fuoco con il dorso a 90 gradi non è assolutamente un problema, come ci si aspetterebbe da uno strumento ESEE. Dove il JG5 ha delle mancanze, secondo me, sono i compiti di intaglio più fini. La pancia arrotondata usata per scuoiare e affettare non è l'ideale per intagliare o scolpire. La lunghezza complessiva del tagliente, ben 5 pollici, sarebbe normalmente ideale per lavorare il legno con la tecnica del batonning. Tuttavia, combinando questo con un dorso relativamente sottile da 0,125 pollici, questo compito più pesante è un po' precario, e ho sentito un'oscillazione o una piega nell'acciaio quando ho provato a farlo. Sicuramente il lavoro si riuscirà a svolgere, ma il coltello non è progettato per questo. Ecco perché bisogna portare anche l'ascia: il JG5 è il compagno perfetto per un'ascia nella tua combinazione di strumenti, e non si dovrebbe portare solo questo coltello.

Il coltello da tasca

Abbiamo coperto i compiti pesanti, l'artigianato da campo e la lavorazione del legno con l'ascia o l'accetta. Inoltre, il nostro coltello da cintura ci ha aiutati per i compiti moderati di preparazione del fuoco, lavorazione del cibo e cottura. Cos'altro ci resta? Come menzionato sopra, l'ESEE JG5 non è ideale per i compiti più fini, come la creazione di utensili da cucina o l'intaglio. È qui che il coltello da tasca pieghevole era, per Nessmuk, il pezzo finale del puzzle per un set di strumenti versatile. Ha descritto il suo coltello da tasca come segue.

"Il robusto coltello da tasca a doppia lama è il miglior modello che abbia mai trovato e, in combinazione con il coltello a fodero, è più che sufficiente per l'uso in campeggio".

George Washington Sears, Woodcraft and Camping

Questo è praticamente tutto quello che sappiamo del suo coltello da tasca, insieme al suo disegno, quindi tutto quello che possiamo fare dopo è speculare su come e perché ha scelto questo stile di lama. A giudicare dall'illustrazione, era molto probabilmente un Case Stockman o qualcosa di quel tipo, con quella che sembra una lama a clip da un lato e una punta di lancia dall'altro. Molte aziende nel corso degli anni hanno replicato questo coltello, tuttavia, nello spirito degli approcci moderni, ho voluto guardare una lama moderna che cade in uno spazio simile. Inserisci il Lionsteel BestMan Slipjoint.

Recensione Lionsteel BestMan BM13

L'idea di una lama pieghevole, per alcuni, è un concetto superato quando si tratta di combinazioni di utensili. Approfondiremo questo aspetto più avanti nell'articolo, tuttavia per ora dirò che il multitool ha, per la maggior parte, sostituito il colt4ello pieghevole. Tuttavia, se ci atteniamo alla tradizione di Nessmuks portare, qualcosa come il BestMan è perfetto per compiti più fini. Questa è semplicemente una piccola lama magnifica, e ha trovato la sua strada nella mia tasca per mesi ormai. Quello che mi piace personalmente è il fatto che, anche se è chiaramente ispirato a un coltello pieghevole tradizionale, i materiali che Lionsteel utilizza sono impenetrabilmente moderni! Con i bolsters in titanio, le guancette in legno d'ulivo e una lama in M390, questo piccolo cavallo di battaglia confonde le linee con il tradizionale coltello gentleman.

Con l'acciaio 61HRC la lama relativamente dura da affilare, il che non è ideale sul campo, quando gli strumenti di affilatura e manutenzione sono limitati. Tuttavia, il vantaggio è che l'M390 favorisce l'affilatura e il mantenimento del filo rispetto alla durezza, perfetto per le lame più piccole come questa. È incredibilmente resistente all'usura e quindi la ritenzione del borso durerà molto, anche in viaggi prolungati di più giorni sul campo. Ricordati solo di affilare leggermente la lama prima di partire per la tua avventura. In alternativa puoi portare una pietra ceramica come la Spyderco Double Stuff. Per ulteriori informazioni su M390 puoi trovare il nostro articolo sull'acciaio Böhler M390.

Un acciaio più affilato, che mantiene il bordo come M390 funziona bene perché i compiti richiesti dal tuo coltello pieghevole, come l'intaglio e l'incisione, non dovrebbe davvero mettere troppo sforzo sulla lama comunque. Il BestMan segue un approccio a due lame. Una lama clippoint da un lato, ottima per le tacche o la preparazione del cibo, e la lama sheepsfoot dall'altro, che si usa meglio quando si desidera mantenere il dito proprio dietro la punta della lama per le attività di taglio, quasi come si userebbe un bisturi o una lama di taglierino.

Alternative possibili

Non affermerei mai che ogni configurazione di attrezzi è perfetta, e come ho espresso in questo articolo, è vitale prendere in considerazione gli scopi dietro le scelte delle persone per essere fuori nei boschi. Quanto pesano, come trasportano i loro attrezzi, per quanto tempo sono fuori, in che tipo di bosco stanno andando... la lista delle variabili è infinita. Ognuno troverà la propria combinazione che funziona per lui, e qui sta la bellezza di ciò che facciamo. Adattarsi, evolversi e imparare gli uni dagli altri. Il Nessmuk Trio è semplicemente una modalità di combinazione di attrezzi che esiste da 100 anni. Può essere aggiornato? Certamente! Qui sotto ci sono alcune possibili alternative e, secondo me, i vantaggi e gli svantaggi di queste.

Una sega pieghevole al posto dell'ascia?

Il boscaiolo moderno sarebbe più adatto a portare una sega pieghevole, come la Silky, al posto dell'ascia? Ci sono certamente dei vantaggi. Quando si tratta esclusivamente della lavorazione del legno, sulla carta la sega ti farà risparmiare energia preziosa rispetto all'ascia. Segare gli arti è molto più efficiente in termini di calorie che tagliarli, in particolare se si utilizza qualcosa come una sega di trazione, dove la potenza di taglio è fornita con la trazione della lama, e non richiede molta forza da parte dell'utente.

In termini di curva di apprendimento e sicurezza, la sega è molto più sicura e indulgente di un'ascia. Se sei nuovo al lavoro con l'ascia, allora sarebbe una buona pratica imparare la corretta sicurezza dell'ascia sotto la supervisione di qualcuno addestrato o esperto. Può sembrare controintuitivo, ma in realtà un'ascia con un manico più corto è più pericolosa e spietata di una con un manico più lungo, perché l'area di oscillazione del bordo di lavoro è molto più vicina al tuo corpo, il che porta a ulteriori precauzioni necessarie. Un'oscillazione eccessiva o un colpo di striscio al tuo blocco di taglio può portare a perdere le dita dei piedi o a spaccare le ginocchia e squarciare gli stinchi. (fidati di me... L'ho visto accadere più di una volta). Le asce sono strumenti potenti, e dovrebbero essere rispettate come tali.

I lati negativi? Una sega è assolutamente più sicura per un principiante, e anche più efficiente dal punto di vista energetico. Ma non si può spaccare la legna da ardere con una sega. Inoltre... sostituire la tua ascia significherà che le attività di intaglio e di artigianato del campo saranno un po' più difficili da fare. Personalmente non mi piacerebbe fare un letto rialzato o mobili da campeggio senza la mia ascia a portata di mano. Potresti contrastarlo portando con te un coltello da cintura più pesante, capace di tritare e lavorare legni più grandi. Alcuni esempi adatti di questo tipo di lama sarebbero il KA-BAR Becker BK2, un Fallkniven S1X o forse un ESEE 6. Tutti buoni coltelli da combinare con una sega pieghevole.

Un multitool invece di un coltello pieghevole?

Con così tante opzioni a nostra disposizione che Nessmuk non aveva, può sembrare una scelta ovvia sostituire il coltello da tasca pieghevole a favore di un multitool come un Victorinox Swiss Army Knife, o forse un Leatherman. Entrambi sono alternative estremamente buone, e gli strumenti disponibili su questi li rendono incredibilmente potenti e versatili.

Il Leatherman ha alcuni vantaggi rispetto al SAK a mio parere. Un vantaggio è che le loro lame sono tipicamente lame di bloccaggio, e quindi non si piegheranno sulle dita quando le stai usando. Ho anche trovato le loro lame clippoint, e la scelta dell'acciaio (420HC) per essere meglio a mantenere un bordo che l'acciaio più morbido utilizzato da Victorinox. Credo anche che la sega su un Leatherman sia superiore al SAK, e il dorso affilato lo rende un incredibile percussore di ferro.

Secondo me il Leatherman, non avendo parti in plastica, è uno strumento più duro dello Swiss Army Knife. L'unico strumento che il Victorinox ha che il Leatherman non ha però, è il punteruolo. Credo che questo sia uno degli strumenti più sottovalutati e versatili che puoi portare nei boschi con te. Eseguirà qualsiasi cosa, dalla riparazione e cucitura del tuo zaino a fare buchi nel legno, raschiare il legno grasso e colpire una barra di ferro. Dai un'occhiata a YouTube per vedere l'usabilità di questo strumento da solo.

Il dibattito Victorinox contro Leatherman merita un articolo tutto suo (che potrei approfondire in futuro) quindi non mi addentrerò ora. Quello che dirò è che, sì, ci sono molti vantaggi evidenti nella scelta di portare un multitool rispetto a una tradizionale lama pieghevole. L'unico svantaggio che posso pensare è il fatto che, per via della varietà di brand di multitool, la scelta dell'acciaio è un po' limitata. Se si desidera portare una lama pieghevole, la scelta della qualità dell'acciaio è infinita! Dalle lame pieghevoli Kershaw di fascia bassa, fino a Chris Reeve Knives, il tuo unico limite è il tuo budget.

Conclusione

A mio parere, il Nessmuk Trio rimane una solida base per una combinazione di utensili. Ho passato del tempo con questo setup e ho visto che da un lato, ha bisogno di un intervento moderno per renderlo utile al boscaiolo di oggi. D'altra parte, nonostante queste piccole modifiche, è fondamentalmente un ottimo punto di partenza, in particolare per un principiante che si sta chiedendo che tipo di strumenti dovrebbe portare. Il mio consiglio sarebbe, come sempre, di fare la propria ricerca. Mischia diverse combinazioni di strumenti, vedi cosa funziona per te. Ti posso garantire che si evolverà e cambierà nel tempo per te, come il tuo viaggio e le tue abitudini cambiano, quindi non essere troppo esigente con le tue scelte all'inizio. Goditi il divertimento di provare cose nuove, e di teorizzare tra i tuoi viaggi sul perché una combo potrebbe funzionare piuttosto che un'altra. Tutte le combinazioni avranno i loro vantaggi e svantaggi, quindi sii aperto e disposto a vedere alternative e idee. Con questo atteggiamento e questa conoscenza sicuramente non ti allontanerete troppo dal sentiero. Buon lavoro ragazzi!

Padraig Croke

Pedraig Croke è un esperto del bushcraft e un appassionato di outdoor, di intaglio del legno e un escursionista. È il co-conduttore di The Trial by Fire Podcast, un podcast bisettimanale dedicato a tutto ciò che è bushcraft e outdoor. È anche un amministratore della comunità online Living to Learn e designer principale della rivista The Bushcraft Journal.

Nel Podcast Trial by Fire, Padraig Croke e Joe Price discutono di tutto ciò che è buscraft e outdoor. Puoi trovare tutti gli episodi su TrialByFire, e tutti sono disponibili cercando 'The Trial by Fire Podcast' su iTunes, Spotify e Stitcher. E segui @thetrialbyfirepodcast su Instagram.

Grazie Padraig per questa fantastica recensione!