Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

Ordina entro le 15:30, invio il giorno stesso
Spedizione gratuita da 100 €
Periodo di restituzione esteso fino al 31 gennaio 2023
I nostri clienti ci valutano con 5 stelle

Recensione dell'Esperto sull'ESEE Izula: durevole, attraente e altamente funzionale

Padraig Croke, appassionato di Bushcraft, usa l’ESEE Izula da molti anni. È la persona perfetta per raccontarci le sue esperienze a lungo termine con l'ESEE Izula in questa Recensione dell'Esperto.

Ho l'Izula II da molti anni ormai, ed è diventato una parte molto solida del mio kit. A 4 mm di spessore e con un comodo manico da 4 pollici, è molto più potente di quanto non sembri a prima vista. L'Izula II è stato il mio primo coltello bushcraft "non tradizionale". Avendo avuto a che fare solo con i biselli scandi fino a quel punto, l'Izula è stato il mio primo approccio a una lama con bisello piatto e alla fine ne è derivata una storia d'amore con i coltelli ESEE Knives.

Perché portare una lama secondaria?

Spesso, quando si fa la valigia per un viaggio o un'escursione di un giorno, la scelta degli strumenti si riduce all'abbinamento di certe combinazioni. Per esempio, se dovessi portare con me la mia lama Morakniv Garberg Carbon, un compagno perfetto per questo potrebbe essere una semplice lama da intaglio Mora 106, o il mio Eldris, che è inossidabile. La domanda che mi pongo è: cosa sto portando a doppio qui? C'è una ragione per cui dovrei scegliere di portare questa lama piuttosto che quella, e cosa ho intenzione di fare quando sono fuori? È un campo basato sull'artigianato o vado solo per un'escursione e un pranzo? In che tipo di bosco sto andando e che tipo di strumenti sono necessari per lavorare il legno? Se mi trovassi in un bosco di conifere, per esempio, allora forse non avrei bisogno di uno strumento di lavorazione pesante come un'ascia con me, poiché una sega e un grande coltello da cintura sarebbero forse più efficaci. Le mie piccole fonti di accendifuoco e di attrezzi per spaccare la legna da ardere in un bosco come quello saranno molto probabilmente lavorate a mano, raccogliendo fasci di rami resinosi dal suolo della foresta o tra i rami degli alberi. O se il mio materiale è marginale... qualche leggero batoning e creazione di trucioli. Portare un coltello più grande in questo caso avrebbe senso, in quanto la mancanza di un'ascia potrebbe limitare le tue opzioni, se hai bisogno di lavorare qualcosa di più grande o spaccare i tronchi. D'altra parte, una foresta di latifoglie sarà composta da legni più duri e densi che bruceranno molto più a lungo, ma richiederanno strumenti più grandi per lavorarli, come una sega ad arco e un'accetta o una piccola ascia. In questo caso, il trasporto di un'accetta attenuerebbe la necessità di portare un coltello più grande.

Quando si tratta di portare una lama d'accompagnamento o "coltello da collo", ho trovato l'ESEE Izula II che entra perfettamente nel mio kit per quasi tutti i viaggi da quando l'ho comprato, circa due anni fa, diventando uno dei miei strumenti più amati da portare. Accoppiato con un coltello più grande, come il mio Fällkniven S1X o l’ESEE PR4, l'Izula può davvero affrontare il più agile dei compiti richiesti da una lama nel campo. La lavorazione del cibo è un po' difficile, a causa dello spessore della lama, ma colpire le barre di ferro, intaccare e intagliare e tagliare la corda sono compiti che assegno regolarmente all'Izula II. Naturalmente tutti amiamo i nostri coltelli da cintura primari, ma in realtà ho trovato quando porto un coltello da collo come l'Izula II, è spesso più che sufficiente per affrontare le faccende di campo di base.

L'Izula II in uso

Ci sono alcune ragioni per cui questo coltello trova la sua strada nel mio kit rispetto ad altri. In primo luogo, penso che la quantità di acciaio disponibile quando lo si usa, è molto più di altre lame secondarie che ho usato in passato. La lama di 4 mm di spessore è un robusto pezzo di acciaio, e la robusta dentellatura sul dorso offre molto spazio per la mano. I manici in micarta sono un'altra ragione per cui questo coltello appare avere un peso maggiore rispetto al suo effettivo. Offrono una presa e un controllo fantastici, anche indossando i guanti, e la lunghezza extra, anche rispetto all'originale Izula, lo fa sentire come un vero coltello in mano, e non un giocattolo. Nel corso degli anni di utilizzo, i manici in micarta, una volta brillanti, dei miei Izula hanno assunto un aspetto scuro e appannato, che personalmente mi piace molto. I coltelli ESEE dovrebbero avere un aspetto usato, secondo me... e non c'è dubbio che questo ha affrontato le sue buone avventure.

Ho sentito dire che alla gente piace molto spingere questo coltello, anche fino a realizzare il batoning con esso. In pratica, sì, questo è assolutamente possibile, come puoi vedere dalle foto. Entro i limiti di ciò che ci si aspetterebbe da qualcosa di queste dimensioni. È possibile per me portare l'Izula in un'escursione domenicale ed elaborare un po' di combustibile leggero per la mia stufa tascabile per godermi una birra. Vorrei dare un consiglio, però, e cioè: eseguire il batoning con un coltello così piccolo può facilmente portare a colpire le dita accidentalmente... quindi fai attenzione se scegli di usarlo in questo modo. Un coltello da collo o una lama secondaria è lì per i tuoi compiti più intricati e semplici, quando il coltello da cintura non ha bisogno di essere estratto, o se scegli di non portare un grosso coltello, quando per esempio sei in un'escursione mattutina, come detto sopra. Con questo in mente, la funzionalità dell'Izula di cui sto parlando qui sono compiti come la realizzazione di trucioli, l'accendifuoco, l'intaglio e la lavorazione leggera del combustibile, tutte cose in cui l'Izula eccelle.

Modifiche Per me c'erano aspetti del coltello che sentivo di poter modificare per farlo servire meglio come strumento utile per le mie esigenze. La cosa bella dell'Izula, o di qualsiasi ESEE che ho posseduto per quella materia, è che si sentono davvero come strumenti di lavoro! Non ho mai avuto paura di spingere una lama ESEE. O di apportarvi modifiche che, nella maggior parte dei casi con qualsiasi altra ditta di coltelli, renderebbero l'utensile privo di garanzia. Infatti ESEE è orgogliosa della sua politica di garanzia "senza domande". Leggi questo post sul loro blog, dove parlano di alcune delle lame che sono state inviate a loro e che sono state sostituite senza fare domande.

Il Powder Coating e Spine Dato che ESEE usa il 1095, un acciaio ad alto tenore di carbonio, le loro lame saranno sempre più suscettibili agli elementi rispetto ad un acciaio inossidabile. L'aria salata vicino al mare o le normali condizioni di umidità e freddo faranno arrugginire il 1095 abbastanza rapidamente. La soluzione di ESEE è un rivestimento in polvere di alta qualità, che è un metodo perfettamente valido per proteggere l'acciaio da questi problemi. Ho anche sentito che questo serve a smorzare la lucentezza o il riflesso della lama, particolarmente utile per esigenze di bassa visibilità, come per il personale militare.

Anche se vivo in Irlanda, che è famosa per il suo tempo umido (è vero!), di solito sono stato abbastanza attento con le mie lame in modo da assicurarmi che fossero asciutte una volta rimesse nel loro fodero. Le migliori pratiche per il lavoro con il coltello significano che, se il coltello non è in mano, dovrebbe essere nel suo fodero. Il fodero Izulas, è un polimero denso che non trattiene l'acqua o l'umidità come un fodero di pelle, portando ad un ambiente potenzialmente umido dove vive il 90% della sua vita. Con poche eccezioni, non ho mai avuto una lama arrugginita, e come tale, ho sentito che mi sarebbe stata più utile se avessi potuto usare il dorso per colpire una barra di ferroceria. Così ho sverniciato il rivestimento usando uno spray di schiuma per la rimozione di vernice ed epossidica. Questo ha lasciato un colore grigio abbastanza involontario ma attraente alla mia lama, mentre il numero di serie e il logo sono ancora visibili. Con il rivestimento rimosso, ho trovato il dorso ancora inutilizzabile con una barra di ferro. Come tale, il passo successivo in questo processo è stato quello di limare il dorso fino a un bordo di 90 gradi. Questo è stato fatto semplicemente bloccando il coltello e rimuovendo uno strato di metallo con una lima. Con un po' di pazienza e di lavoro, non è passato molto tempo prima che il mio Izula facesse scintille. Dato l'acciaio ad alto tenore di carbonio, si poteva anche fare una scintilla colpendolo con della pietra focaia, se si era così inclini.

Sostituzione del fodero

Mi piace molto il fodero che viene fornito con l'Izula. È super solido, aderente, compatto e semplice, e permette molteplici opzioni di montaggio. Una semplice clip sul retro permette il trasporto alla cintura, così come i fori che sono utili per il paracord. Ho optato per utilizzare il foro superiore con una corda di cuoio come opzione di trasporto al collo per molto tempo. Tuttavia, ho trovato che in questo orientamento era un po' difficile da togliere dal fodero con una mano. Sono passato a un fodero Armatus Carry che, secondo me, è uno dei migliori produttori di foderi al momento. Offrono una vasta gamma di foderi in kydex piegati per alcuni dei modelli di coltelli più popolari là fuori, e la loro gamma sembra crescere. Ne ho scelto uno arancione, perché sentivo che si sarebbe prestato ad un'alta visibilità nei boschi, in particolare perché le guancette dell'Izula sono di colore così neutro, il fodero nero originale lo rende abbastanza difficile da individuare, se accidentalmente lo si dimentica sul terreno. L'orientamento della trazione del punto scatta sui passanti militari specifici rendono questa un'opzione estremamente robusta, e non c'è modo di perderlo, quando viene agganciato alla tua cintura. Di solito mi piace portarlo a croce, consentendo un facile accesso, e la forma consente una spinta del pollice per rilasciare il coltello con una mano quando si lavora sul suolo della foresta. L'aggiunta dell'anello mi permette anche di portare il mio Exotac o l'asta di ferro, rendendolo un piccolo pacchetto compatto di taglio e combustione tutto in uno.

Riassunto

C'è una ragione per cui il mio Izula è rimasto in giro mentre molti altri strumenti che ho provato nel corso degli anni sono caduti nel dimenticatoio. È una lama resistente, attraente e altamente funzionale, che non costa quasi nulla in termini di peso sulla mia persona o nel mio zaino. Di solito si inserisce in un'eventuale borsa o nella tasca superiore del mio zaino e lo lascio lì fino a quando è necessario. Qui in Irlanda, la gente non tende a portare coltelli EDC, ma se dovessero farlo, credo che l'Izula sarebbe un concorrente solido. È leggero e senza pretese.

Potresti essere in grado di ottenere una lama più economica come il Morakniv Eldris, che ti servirà perfettamente. Personalmente ritengo che l'Izula sia solo un po' più economico. È più spesso, più robusto e si sente in mano come un vero e proprio strumento full-tang. La lama drop-point e i manici ne fanno una piccola opzione equilibrata, con una presa e un'indicizzazione fantastiche, non c'è molto a cui non affiderei il mio Izula. Oltre a questo, combinato con la garanzia senza domande di ESEE e un fodero Armatus Carry, ti servirà senza deluderti quando è più necessario. Semplicemente uno strumento fantastico da avere nel tuo kit.

Per concludere, una dei motivi principali per cui porto quasi sempre questa lama è per la sua estetica: io la trovo bellissima. Il design robusto di una classica lama ESEE, il foro per il lanyard sovradimensionato nella parte posteriore progettato per un moschettone, la dentellatura robusta e la lama drop-point. È semplicemente divertente da usare! Probabilmente, questo a volte viene trascurato o non se ne parla negli articoli sui coltelli, dove invece razionalizziamo e romanziamo sui numeri (me compreso). Ma quando sei là fuori ad usare gli strumenti o l'attrezzatura, pensi davvero al fatto che è fatta di 1095? In alcuni casi sarà assolutamente così, e una lama in carbonio ha molti vantaggi. Il mio punto è che credo che uno dei fattori più importanti in quali strumenti scegliamo di tenere o vendere sia il fattore divertimento. Vuoi usarlo e vuoi uscire all'aperto per avere una scusa per lavorarci insieme! Per me l'ESEE Izula ha questo effetto.

Padraig Croke

Padraig Croke è il conduttore del podcast Trial by Fire, un podcast settimanale che tratta molti temi legati all'outdoor, oltre a interviste con alcuni dei maggiori esperti mondiali di abilità naturali e attività all'aria aperta.

Per ulteriori informazioni sul podcast e per ascoltarlo, cerca "the trial by fire podcast" sulle tue piattaforme preferite. E segui @thetrialbyfirepodcast on Instagram su Instagram.

Grazie Padraig per questa fantastica recensione!