Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

Ordina entro le 15:30, invio il giorno stesso
Spedizione gratuita da 100 €
Resi gratuiti entro 30 giorni
I nostri clienti ci valutano con 5 stelle

Fiskars Norden N7 | Recensione dell'esperto Padraig Croke

L'ascia è uno degli strumenti più antichi dell'umanità. Abbiamo affilato le pietre per migliaia di anni, e intorno al 6000 a.C. abbiamo iniziato ad aggiungere un manico per aumentare la potenza di taglio. I nostri antenati umani usavano questi strumenti per scavare le radici, tagliare la legna e macellare gli animali, e per la guerra. Avanti veloce di un paio di migliaia di anni e l'ascia rimane uno strumento vitale e costante nella storia dell'uomo. Per alcune culture (i vichinghi in particolare), l'ascia è addirittura parte integrante del loro patrimonio nazionale e della loro cultura, e gioca un ruolo vitale nella narrazione storica della loro ascendenza.

L'ascia moderna, come la conosciamo oggi, entrò in pieno vigore durante l'era industriale, e con essa arrivò un'ondata di consumatori e aziende che usavano l'ascia per la silvicoltura su larga scala per soddisfare la necessità di legname nella costruzione delle nostre città in continua espansione. Le asce divennero standardizzate, prodotte in serie e costruite per rispondere alle esigenze dell'industria.

Per l'uomo moderno all'aperto di oggi, è uno strumento assolutamente essenziale. Venerata e feticizzata, così come utilizzata e lavorata, l'umile ascia è utile oggi come lo era per i nostri antenati 10 mila anni fa.

Tornare alle proprie radici

Secondo l'azienda, il design della serie Norden incarna la lunga eredità di Fiskars nell'artigianato delle asce, una tradizione che risale al 17° secolo. Fiskars è in giro da molto tempo e sa cosa sta facendo quando si tratta di fare strumenti. Dagli strumenti da giardino, all'artigianato e, naturalmente, alle asce, si sono affermati come un'azienda dedicata alla produzione di strumenti di qualità a prezzi accessibili per tutti.

L'attuale gamma di asce Fiskars è ben rispettata e fidata nel modo migliore, trovando consensi soprattutto tra gli appassionati di asce in acciaio come gli Estwing e i moderni Husqvarnas, e la serie X è stata un punto fermo per le persone che non vogliono strumenti "stravaganti" per la lavorazione del legno.

Allontanandosi dalla loro firma stilistica con questa nuova gamma, il premiato design opta invece per incorporare un manico in noce al posto della solita fibra cava, dando al Norden un bellissimo look di tradizione e modernità. Allora, che te ne pare?

Il manico

Il manico è costruito in due parti. Il primo 1/3 dalla testa dell'ascia in giù è lo stesso stampo FiberComp durevole della firma per cui Fiskars è sinonimo. Modellato sulla testa stessa, si sente solido come una roccia. Fiskars sostiene che questo materiale è virtualmente indistruttibile, e una rapida ricerca su Google sembra confermare questa affermazione oltre ad alcuni esempi estremi in cui sono venuti a contatto con macchinari industriali o con il freddo estremo.

Questi ultimi 2/3 sono una rivelazione totale per Fiskars. Hanno scelto un manico in noce! Combinando un design pluripremiato con una nuova tecnologia, Fiskars ha creato un collegamento fondendo nella poliammide FiberComp. Questa è una caratteristica distintiva della Norden e la fa davvero distinguere dalla massa. È onestamente uno spettacolo, ma mi ha fatto chiedere il perché della loro mossa audace di combinare il loro look di firma con una spruzzata di Hickory laccato opaco alla vecchia maniera.

Una parte di me sospetta che questo sia un tentativo di attingere ai mercati esterni per le persone che amano l'ascia più tradizionale. Il boscaiolo. Sembra che non abbiano apportato alcuna modifica alla forma della testa dell'ascia, paragonandola alla loro attuale ascia X7. Fa un ottimo lavoro per quello per cui è inteso... dividere, ma lo vedremo in dettaglio più avanti. Il grano è dritto, e l'extra grasso flair sulla manopola del manico dà sia eccezionalmente comodo da maneggiare quando si oscilla, e permette uno spazio decente tra le dita e il tronco quando si spacca in ginocchio. Niente nocche pizzicate qui.

Ho alcune piccole osservazioni sul manico che vale la pena notare. In primo luogo, l'ho trovato un po' troppo spesso per un'accetta a una mano. Talmente tanto da non riuscire a fare un giro completo intorno ad esso come mi aspetterei da qualsiasi ascia di queste dimensioni che ho usato in passato. Questo è compensato dal rigonfiamento alla fine, come menzionato sopra. In secondo luogo, e questo è puramente speculativo, ma mi preoccuperei di come potrei sostituire l'asta di questa ascia, se il legno si spaccasse. Forse è per questo che hanno scelto di farlo un po' più grosso della media, o forse la sua larghezza è dovuta alla linea di produzione esistente di Fiskars che è già impostata per questa larghezza specifica. Ma onestamente queste sono solo ipotesi. Certo, la maggior parte delle aste si spacca più vicino alla fine del taglio di un'ascia a causa di un colpo eccessivo, dove questa poliammide "virtualmente indistruttibile" esiste sulla Norden.

Immagino che questo sarebbe ben coperto dalla loro garanzia, se l'estremità di hickory dovesse mai spezzarsi sull'utente, ma queste sono cose che vale la pena chiedersi. In uno scenario in cui l'asse dell'ascia si rompe su un'ascia appesa tradizionalmente, ogni boscaiolo dovrebbe essere in grado di sostituirla al volo in una situazione di emergenza.

Ritenzione dei bordi e qualità dell'acciaio

A mani basse, la qualità dell'acciaio al carbonio di quest'ascia è eccezionale. Si tratta di una doppia tempra, un trattamento in cui la testa è sottoposta a due operazioni complete di tempra, o una prima fase di ricottura seguita da una fase di tempra. Generalmente condotto alla stessa temperatura per affinare la granulometria dell'acciaio dopo un primo lungo trattamento di austenitizzazione (tempra). In termini tecnici questo significa una granulometria raffinata e una microstruttura del nucleo, cresciuta durante una lunga durata ad alta temperatura e riduce i livelli di distorsione nella struttura degli acciai. Regola anche in modo più preciso la durezza del nucleo dell'acciaio. In termini di base, la Norden è dura.

È stata consegnata abbastanza affilata, più che sufficiente per qualsiasi spaccatura e taglio, ed ero un po 'diffidente di cercare di affilare questa ascia dopo aver letto sui suoi accolades doppio indurito. Tuttavia, preferisco mantenere un bordo che schiocca i capelli sulle mie asce, una preferenza cresciuta dall'uso delle mie asce per l'intaglio fine e l'artigianato. Una rapida strofinata con le mie Skerper Arkansas Stones, tuttavia, e il bordo di questa lama era eccezionale. Nei due mesi in cui ho usato questa ascia non l'ho più affilata. Tutte le querce e i faggi stagionati a cui l'ho sottoposto finora sembrano aver avuto poco effetto sul bordo, e non ci sono rulli da menzionare. Quasi, ma non del tutto, resta il fatto che l'acciaio e la geometria dei bordi della Norden sono molto, molto buoni.

L'errore dell'acciaio forgiato a caldo

Qualcosa che può dissuadere le persone o scoraggiarle dall'acquistare un'ascia Fiskars è il fatto che l'acciaio è forgiato a caldo. Per l'aspetto tradizionale dell'ascia deve essere una testa forgiata a mano. Sarei stato sicuramente di quell'idea prima di usare la Norden. La mia esperienza con le asce forgiate a goccia era stata, fino a questo punto, con asce più economiche comprate in un negozio di ferramenta. Ma la Norden (e un po' di ricerca a tavolino) mi ha convinto del contrario. In realtà è abbastanza liberatorio sapere che le mie nozioni preesistenti per le mie scelte di strumenti sono state aperte a una nuova serie di possibilità.

Esteticamente, sì, non si può negare che l'aspetto di un'ascia forgiata a mano è molto più bello di una forgiata a caldo, e ci sono alcuni segni di produzione lungo la parte superiore di questa testa d'ascia che non sono particolarmente piacevoli da guardare grazie al sistema a stampo chiuso utilizzato per produrla.

Tuttavia... È qui che si fermano gli svantaggi. Infatti, se è stata forgiato a mano (che utilizza un sistema a stampo aperto dove l'acciaio viene fatto passare attraverso una serie di trifattori fino a raggiungere la forma) o a caldo (un sistema a stampo chiuso dove la forma viene raggiunta più rapidamente), non ci sarà alcuna indicazione della qualità dell'utensile. La qualità dell'acciaio e i dettagli di produzione sono importanti. Alcuni potrebbero anche sostenere che con uno stampo chiuso la qualità del metallo è migliore, per il peso maggiore del martello meccanizzato, che provoca una migliore distorsione negli strati del metallo, rendendolo più forte. Credo che sia più costoso comprare e far funzionare un sistema a stampo chiuso piuttosto che avere un certo numero di martelli diversi. Questo è probabilmente il motivo per cui solo aziende di produzione su larga scala come Fiskars possono fare le loro asce in questo modo.

Fodero

Il fodero in plastica, uno standard su tutte le asce Fiskars, è una soluzione perfetta per mantenere il Norden protetto e sicuro quando non viene utilizzato, e corrisponde alla sensibilità finlandese di praticità semplice.

Essendo stato abituato a foderi in pelle su una qualsiasi delle mie altre asce, ammetto che a prima impressione non ne ero particolarmente entusiasta. Tuttavia, me ne sono abbastanza appassionato: è un ottimo modo non solo per proteggere l'ascia, ma anche per trasportarla. L'anello in cima serve perfettamente come una maniglia per la rimozione dal lato del mio zaino, e anche mentre indosso i guanti è abbastanza grosso per un ampia presa. C'è anche un anello che si adatta ad un moschettone se si vuole appenderlo alla cintura o da terra. L'ascia è fissata in posizione da un robusto blocco all'estremità della testa dell'ascia. Di nuovo, molto facile da usare con i guanti. È una soluzione semplice, ben costruita e pratica per un fodero d'ascia e non ho nessun problema con esso.

Prestazioni

Come ho detto sopra, i miei usi per un'ascia negli ultimi due anni sono stati principalmente per l'intaglio e il lavoro artigianale, e ho usato prevalentemente un'ascia da selvaggina Gransfors e un'ascia da sloyd Hans Karlsson. Certo, paragonare quest'ultima alla Norden non è simile, dato che sono costruite con scopi diversi in mente, la mancanza di barba sulla Norden era qualcosa che mi mancava davvero. L'angolo e la forma delle punte è più simile a quello che si potrebbe trovare su un'ascia da spacco tradizionale, e questo riduce drasticamente la capacità di soffocare dietro il bordo di taglio per compiti più fini come il featherticking, o di aggiungere pressione dietro il bordo per tagli a spinta. Si potrebbe naturalmente ottenere tenendo la parte posteriore della testa dell'ascia con una pressione verso il basso. Forse una critica dura da parte mia, come sono consapevole che questo va oltre lo scopo dell'intento di progettazione Norden, ma è ben degno di nota qui, come mi sento che questo è spesso un fattore per le persone quando si sceglie un'ascia per bushcraft e attività artigianali. Questo non vuol dire che il bordo stesso sia incapace di svolgere questi compiti. Per niente. Ma da un punto di vista ergonomico, personalmente, è un aspetto che cerco.

Dove quest'ascia eccelle totalmente è nello spaccare e fare legna! Con un peso complessivo di quasi 800 g, supera di 200 g l'ascia da guerra di Gransfor. È estremamente ben bilanciata con una grande quantità di peso distribuito dove è necessario, e fa sì che oscillando la Norden ci si senta come se si stesse usando una mazza da baseball.

Il wedge della Norden è un bordo sottile e largo in stile scandi. Questo dà una spaccatura pulita ogni volta, e la lama rivestita in PTFE impedisce l'intasamento e permette un taglio profondo. Le guance dell'ascia si gonfiano oltre l'involucro di poliammide in modo tale che il cuneo non lo incontra mai quando viene spaccato attraverso un tronco, permettendo un viaggio senza problemi per tutto il percorso.

Ho provato a spingerlo oltre i suoi scopi, usandolo come un cuneo mentre lo steccavo sul retro attraverso un tronco di ciliegio selvatico spesso 10 pollici... e sì, ha funzionato... e ha funzionato bene, spaccando il tronco a metà in poco tempo. Come ho detto prima, il rigonfiamento extra grosso all'estremità dell'asta significa che quando si spacca tenendo insieme il tronco e l'ascia, c'è molto spazio per la mano, e combinato con l'eccezionale distribuzione del peso dall'alto, si può oscillare con una forza estremamente potente verso il basso concentrata nel punto esatto in cui dovrebbe essere. Quest'ascia è ben al di sopra della sua classe di peso, e mi sono sempre sentito a mio agio a spingerla oltre.

È anche un fantastico chopper. Il bordo a 30 gradi permette di rimuovere una grande quantità di materiale ad ogni oscillazione, come ho scoperto quando ho tagliato un tronco di quercia stagionato per il fuoco da campo. Per quanto riguarda le prestazioni, si confronta facilmente con i suoi contemporanei di dimensioni simili nelle fasce di prezzo più alte. Un'ascia come questa è naturalmente destinata principalmente ad essere usata come un piccolo spaccalegna, ma se ha bisogno di tagliare, lo farà bene come ci si aspetta da un'ascia di queste dimensioni.

Riassunto

Onestamente, per la fascia di prezzo di queste asce, si sta ottenendo uno strumento fantastico che non ho dubbi che durerà per anni. Ho cercato di evitare questo paragone, tuttavia li paragonerei a Morakniv, nel senso che non sono di classe o preziosi. Sono strumenti che utilizzano materiali e acciaio di ottima qualità, e tengono fede alla loro reputazione di realizzare il lavoro! Questa mossa verso la combinazione di materiali naturali con innovazioni moderne è qualcosa che spero di vedere Fiskars fare di più in futuro, e forse anche espandere la gamma Norden (attualmente tre modelli) in asce più specializzate come le asce da carpenteria e da intaglio.

È un cimelio? Probabilmente no. Ma se hai bisogno di una trinciatrice e una spaccatrice affidabile per i tuoi viaggi in campeggio, potresti fare bene ad avere una di queste bellezze nel tuo kit. Spero di vedere molti anni con questa ascia in futuro, scegliendola quando si fa quella scelta agonizzante di quale tipo di strumenti portare prima di fare una pausa per i boschi.

Padraig Croke

Pedraig Croke è un esperto del bushcraft e un appassionato di outdoor, di intaglio del legno e un escursionista. È il co-conduttore di The Trial by Fire Podcast, un podcast bisettimanale dedicato a tutto ciò che è bushcraft e outdoor. È anche un amministratore della comunità online Living to Learn e designer principale della rivista The Bushcraft Journal.

Nel Podcast Trial by Fire, Padraig Croke e Joe Price discutono di tutto ciò che è buscraft e outdoor. Puoi trovare tutti gli episodi su TrialByFire, e tutti sono disponibili cercando 'The Trial by Fire Podcast' su iTunes, Spotify e Stitcher. E segui @thetrialbyfirepodcast su Instagram.

Grazie Padraig per questa fantastica recensione!