Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

Coltelli da sopravvivenza vs coltelli bushcraft

Coltelli da sopravvivenza vs coltelli da bushcraft: due tipi popolari di coltelli da outdoor, ma quali sono le differenze esatte tra di loro? E cos'hanno in comune? Li abbiamo messi fianco a fianco e faremo del nostro meglio per mostrarvi le caratteristiche distintive di entrambi i tipi.

Disclaimer

Prima di tutto, un disclaimer. Bushcraft e survival sono relazionati da vicino, e alcune persone usano in termini in modo intercambiabile. Per questa ragione, il nostro articolo si baserà sul nostro punto di vista riguardo queste due attività outdoor. Oltre a questo, ci sono molte opinioni diverse sui coltelli bushcraft e i coltelli da bushcraft. Anche qui abbiamo scelto di condividere il nostro punto di vista, che si basa principalmente sulle migliaia di clienti che ci hanno permesso di aiutarli a fare queste scelte nel corso degli anni.

Bushcraft vs Sopravvivenza

Non puoi paragonare questi due tipi di coltelli senza mettere a confronto le due diverse attività. Essenzialmente, il bushcraft riguarda il vivere in natura intenzionalmente. Si sceglie di avventurarsi nel bosco, e se c'è qualcosa di cui si ha bisogno per sentirsi a proprio agio lì, lo si fa da soli. È un passatempo. In pratica, questo significa gite in campeggio e gite di un giorno nella foresta, non situazioni di emergenza.

La sopravvivenza, d'altra parte, riguarda (avete indovinato!) la sopravvivenza nella natura e, in linea di principio, l'uscire dai boschi il più rapidamente possibile. Non c'è spazio per il comfort, e le cose che hai con te devono essere infallibili e funzionali. In pratica, stiamo parlando di soldati e appassionati di sopravvivenza che vengono abbandonati in una foresta con risorse minime, come prova di resistenza. Questo può essere fatto anche per divertimento, ma l'approccio è chiaramente diverso dal bushcraft.

La forza di un coltello outdoor

Uno dei criteri più importanti per un coltello da sopravvivenza è la sua forza. In una situazione di sopravvivenza, devi essere in grado di fare affidamento sul tuo coltello. Per dirla in modo ancora più schietto: un coltello che fallisce potrebbe costarti la vita. Questo è meno un problema in un ambiente di bushcraft. Ciò significa che un coltello di sopravvivenza deve essere molto robusto.

Per esempio, lo spessore della lama deve essere sufficiente, o almeno proporzionato alla lunghezza del coltello. Un coltello di sopravvivenza compatto funziona benissimo con una lama un po' più sottile, ma con un coltello più lungo, sarai più incline a usarlo più pesantemente, quindi la possibilità di danneggiarlo aumenta esponenzialmente. Non dimenticare che un coltello non è un'ascia, non importa quanto impressionanti possano essere quei video su YouTube di persone che intagliavano giganteschi blocchi di legno.

Sconsigliamo un manico di legno, perché il legno può spaccarsi o deformarsi. Sì, questo può essere risolto con il legno stabilizzato, ma se la vostra vita dipende da questo, ci sono materiali migliori da scegliere. Noi preferiamo usare il G10, la micarta o una plastica rinforzata con fibre forti.

Naturalmente, questo non significa che un coltello da bushcraft si romperà ogni volta che arriva una leggera brezza. È semplicemente un compromesso tra ciò che si può fare con un coltello e ciò che il coltello può gestire. Per esempio, una lama leggermente più sottile è molto più adatta a tagliare frutta e verdura. E in circostanze normali, un manico di legno regge molto bene. Si vuole solo evitare che il coltello diventi improvvisamente totalmente inutile dopo essere caduto su una roccia.

Woodcraft

Uno degli elementi chiave del bushcraft è il woodcraft. L'artigianato del legno consiste nel lavorare il legno per fare strumenti e attrezzature che renderanno più piacevole il tuo tempo all'aperto. Un grande esempio è un appendino per pentole. Questo è un aggeggio pratico che permette di appendere un bollitore o una padella su un fuoco aperto. Puoi anche tagliare i tuoi picchetti da tenda, o fare un telaio da zaino roycroft come zaino. Mentre intagli il legno, noterai che un coltello bushcraft più fine è più facile da usare di un coltello di sopravvivenza più spesso e robusto. Inoltre, il bushcrafter medio opterà spesso per un coltello con una bisellatura Scandi o una bisellatura convessa, perché questi coltelli sono molto adatti alla lavorazione del legno.

Naturalmente, si può anche lavorare il legno con un coltello da sopravvivenza, che di solito ha una bisellatura piatta. E ci sono anche molti coltelli da bushcraft con affilatura piatta.

Ergonomia dei coltelli da outdoor

Ci sono anche differenze in termini di ergonomia. Per un coltello da sopravvivenza, la presa è estremamente importante. In nessun caso vuoi finire per ferirti a causa del design del coltello. Un coltello da bushcraft è più concentrato sull'ergonomia. Dopotutto, se stai intagliando da solo la tua attrezzatura da campeggio nel legno, lo farai per un po', quindi l'ultima cosa che vuoi è avere vesciche sulle mani dopo quindici minuti.

Acciaio per un coltello bushcraft o un coltello da sopravvivenza

Una delle somiglianze tra i due tipi di coltelli è l'acciaio. Troverai poca differenza tra loro. In entrambe le categorie, troverai un numero significativo di coltelli in acciaio al carbonio. Nell'angolo della sopravvivenza, questo è dovuto alla forza dell'acciaio al carbonio e al fatto che può essere affilato con risorse minime. Gli appassionati di Bushcraft apprezzano anche il fatto che può essere facilmente affilato, ma più per comodità che per necessità.

Un coltello di sopravvivenza in acciaio per utensili o in acciaio al carbonio è anche leggermente più duro e più pieghevole dell'acciaio inossidabile. Dopo tutto, in una situazione critica vorai sempre che il coltello si pieghi piuttosto che rompersi. Il fatto che l'acciaio al carbonio non sia interamente inossidabile è solo un piccolo prezzo da pagare, purché tu sappia che il tuo coltello può gestire qualsiasi cosa tu gli lanci addosso. L'esempio più noto è l'acciaio al carbonio 1095 , utilizzato da molti produttori. Ma il CPM 3V è anche estremamente duro, e ancora con una resistenza alla corrosione leggermente superiore.

Dimensione del coltello

All'inizio di questo articolo, abbiamo già dato una serie di esempi in cui la preferenza personale dell'utente gioca un ruolo importante. Ma sulla questione della dimensione del coltello, questo diventa pienamente evidente.

Tuttavia, ci sono alcune generalizzazioni che possiamo fare quando si tratta di coltelli bushcraft. I coltelli da bushcraft più popolari hanno una lunghezza della lama tra i 9 e i 13 centimetri. La maggior parte è lunga tra i 10 e gli 11 centimetri. Questa lunghezza è popolare perché permette alla tua mano di rimanere vicino alla punta, quindi hai un sacco di controllo, mentre una lama di circa 10 centimetri ti dà anche abbastanza lunghezza per fare un po 'di whittling.

Come per i coltelli da sopravvivenza, c'è più varianza. I nostri coltelli da sopravvivenza più popolari hanno una lama da 7 a 18 cm. Una gamma piuttosto ampia! Le piccole dimensioni possono essere spiegate come coltelli di sopravvivenza in stile coltello da collo che si portano come backup. Si usano i coltelli più grandi per compiti più grandi, come tagliare i rami e i tronchi più spessi. Dipende davvero da quali sono le tue preferenze e da dove porti il coltello con te. Bisogna anche prendere in considerazione il peso. Supponiamo che tu debba camminare per decine di chilometri per tornare alla civiltà. In questo caso, farà una grande differenza se il tuo coltello pesa 75 grammi o 500 grammi.

Forme della lama

In termini di forme di lama, le preferenze sono di nuovo molto simili. I punti di caduta dominano, semplicemente perché questa è la forma di lama più popolare per tutti i coltelli da tasca e i coltelli outdoor. E con una buona ragione. Una lama media drop point ha tutte le forme e le caratteristiche che si cercano in un coltello: una punta affilata, una "pancia" nel bordo e una sezione dritta.

Dopo i drop point, vediamo anche un sacco di clip points, soprattutto nell'arena di sopravvivenza. Il clip point era originariamente una forma di lama comunemente usata nella caccia. Ma è anche spesso visto su coltelli dall'aspetto più tattico. Ecco perché lo si vede regolarmente nei coltelli da sopravvivenza: c'è una grande sovrapposizione con i coltelli militari. Spesso non ci sono vantaggi o svantaggi reali rispetto a un drop point. Si potrebbe dire che alcune punte a clip hanno una punta leggermente più affilata o più sottile, il che è ottimo per compiti di precisione.

Sul lato della sopravvivenza, si possono vedere anche altre forme di lama oltre a questi due tipi. Questi includono tanto, kukri e sheepsfoot. Queste eccezioni sono meno comuni tra i coltelli da bushcraft.

Foderi per coltelli outdoor

Infine, ci piacerebbe parlare di foderi. Per il bushcraft, puoi effettivamente scegliere qualsiasi materiale tu voglia; è tutto buono. Generalmente, la pelle è preferita, perché è un materiale più naturale. Ma non è certo una necessità.

In un ambiente di sopravvivenza, le cose sono leggermente diverse. Una buona resistenza agli elementi e un'eccellente ritenzione sono essenziali in questo caso. Dopotutto, vuoi assicurarti che un forte scroscio di pioggia o una scivolata lungo le rocce non faranno strappare il tuo fodero di pelle. Ecco perché molte persone preferiscono il kydex o la plastica per il loro coltello di sopravvivenza. L'eccellente ritenzione che offrono è necessaria perché perdere il coltello non è un'opzione qui. Una presa salda nel fodero, o una cinghia extra, non ha prezzo. Se vuoi saperne di più sui foderi, abbiamo più informazioni sui foderi per coltelli qui

Coltelli da sopravvivenza e coltelli da bushcraft

In conclusione, vorremmo sottolineare ancora una volta che ci sono molti coltelli che sono adatti per entrambi gli scopi. Ci sono anche un sacco di coltelli che possono essere stati progettati specificamente per il bushcraft ma che soddisfano anche tutti i requisiti di un coltello di sopravvivenza, e viceversa. A parte questo, la preferenza personale gioca un ruolo importante. Alcune persone giurano per una molatura Scandi su un coltello da sopravvivenza, anche se questa è in realtà una caratteristica tipica dei coltelli da bushcraft. Per lo stesso motivo, ci sono dei bushcrafters che amano usare un coltello più spesso e robusto per tritare, anche se molti appassionati di bushcraft preferirebbero un'ascia per questo compito.

Pertanto, il nostro consiglio è: prova e testalo tu stesso! Anche nel segmento inferiore, troverete molti coltelli specifici per l'outdoor che ti permetteranno di provare qualcosa di diverso per un investimento relativamente basso. E sei sicuro di imparare qualcosa di prezioso nel processo.

Temi correlati
Spedizione
ups
Metodi di pagamento
payment-visa
payment-mastercard
payment-paypal
ITItalia