Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

Ordina oggi, verrà spedito lunedì
Spedizione gratuita da 100 €
Resi gratuiti entro 30 giorni
I nostri clienti ci valutano con 5 stelle

Chris Reeve: designer e creatore del leggendario Sebenza

Chris Reeve è uno dei nomi più leggendari nel mondo dei coltelli. Fin dagli anni ottanta è stato un vero e proprio precursore di tendenze. Dopo tutto, le innovazioni introdotte da lui sono oggi spesso incluse in quasi tutti i coltelli da tasca.

Chris Reeve

Data di nascita:4 dicembre 1953 a Durban, Sudafrica
Residenza:Boise, Idaho, Stati Uniti
Coltellinaio da:1982
Marchio proprioChris Reeve Knives
Chris Reeve

Quando ti viene chiesto di usare una parola per descrivere l'intera carriera di Chris Reeve nel design e nella produzione, l'unica cosa che ti viene in mente di dire è precisione. Non c'è un produttore di coltelli là fuori che lavora con la stessa precisione di Chris Reeve Knives. Prendi, per esempio, il fatto che Reeve una volta ha assunto un ingegnere che in precedenza ha lavorato per la Boeing. Lo stesso ingegnere ha chiamato Reeve un pazzo per usare le più severe restrizioni per i suoi coltelli, restrizioni più dure rispetto a quelle che Boeing avesse mai mantenuto per i suoi aerei.

Il solo e unico Chris Reeve Sebenza

Il design più famoso di Chris Reeve è la leggendaria Sebenza. Il nome Sebenza significa lavoro, e anche se molta gente spesso "pensa due volte prima di tagliare" utilizzando un coltello da questa fascia di prezzo il Sebenza è stato sicuramente progettato per lavorare. I materiali, le forme, le tolleranze e l'ingegnosità tecnica: il Sebenza è assolutamente unico. Forse dovrebbe anche essere considerato come il coltello da tasca più copiato sul mercato.

Il Sebenza 21 Pivot Bushing

Un aspetto unico del Sebenza 21 è la costruzione del perno. In breve, si riduce a questo, il coltello è garantito per essere senza gioco di lama e centrato, mentre si muove ancora in modo fluido. Per approfondire la questione: questo perché Chris Reeve ha la distanza tra il telaio determinata da un tubo d'acciaio. Questo tubo è della stessa lunghezza dello spessore della lama e delle rondelle messe insieme (compresa una tolleranza minima per il grasso ecc.).

Uno schema della costruzione del perno del Sebenza 21.

Questo permette di allentare il perno senza che la lama si muova e senza alcun gioco significativo della lama. Un contrasto enorme rispetto ai coltelli da tasca "normali" dove è necessario regolare specificamente il perno per centrare il coltello.

Ci si potrebbe chiedere perché non ci sono più produttori che fanno uso di questa soluzione. Ecco perché: è incredibilmente laborioso regolare un coltello da tasca con quel tipo di boccola. Nel reparto di assemblaggio di Chris Reeve Knives i suoi impiegati lavorano tutto il giorno spostando le rondelle su un pezzo di tela smeriglio fine. Per questo motivo regolano lo spessore delle rondelle di bronzo fosforico fino a quando il coltello scorre senza problemi.

Chris Reeve Mnandi, Inkosi, Green Beret, ecc...

Il successo di Chris Reeve è iniziato con il Sebenza. Ma non è finita qui! Poco dopo Reeve ha introdotto una serie di diversi coltelli da tasca e fissi. Prendi, per esempio, il coltello gentleman Mnandi: elegante e compatto, arricchito con materiali di lusso.

Come erede del fortunato Sebenza 21, Reeve introdusse il Sebenza 25. Un coltello che fu poi seguito dalla serie Inkosi. Una collezione che è stata, tecnicamente parlando, ancora più sviluppata poiché le rondelle utilizzate erano gigantesche e la costruzione del perno di arresto era fenomenale.

Chris Reeve non ha mai perso di vista il modello con cui ha iniziato. I coltelli fissi sono, senza dubbio, sorprendenti. La collaborazione con esperti del settore (si pensi ai soldati) e il designer Bill Harsey ci ha portato coltelli sorprendenti come il Green Beret e il Professional Soldier. Tuttavia, il nostro preferito è il Nyala. Un coltello da caccia squisito con un manico meraviglioso.

L'inventore del frame lock

Una delle invenzioni più famose di Chris Reeve è il frame lock. O, come lo chiamava una volta: il Reeve Integral Lock (RIL). Mentre negli anni ottanta stavano emergendo i coltelli con un liner lock, Reeve ha migliorato questo meccanismo. Invece di un sottile foglio di metallo o di titanio ha usato l'intera larghezza di un lato del telaio. Il risultato è stato un blocco ancora più solido con una superficie di contatto più ampia. Non solo più forte a causa del materiale più spesso, ma anche perché la mano dell'utente gioca un ruolo. Tenendo il coltello in mano si può, più facilmente, spingere il blocco in posizione. Oggi è possibile trovare questo frame lock in quasi tutti i produttori di coltelli da tasca. Tuttavia, la precisione e la forma con cui Reeve li realizza è stata raramente eguagliata.

Oggi è possibile trovare il frame lock in quasi tutti i produttori di coltelli da tasca. Tuttavia, la precisione e la forma con cui Reeve li realizza è stata raramente eguagliata.

Una delle caratteristiche del frame lock di Chris Reeve è la chiusura tardiva. Per molte marche di seconda scelta, una chiusura tardiva significa che la serratura ha raggiunto la fine della sua durata di vita. Tuttavia, per Chris Reeve lo standard è il seguente: una superficie di contatto sostanziale e nessuno spazio per ulteriori "movimenti". Qualcosa che non è più necessario perché Reeve ha perfezionato il frame lock a tal punto che anche dopo anni il coltello avrà un blocco perfetto. Un Sebenza o Inkosi con un blocco precoce sono più rari di uno con un blocco tardivo. Non è quindi assolutamente uno svantaggio, ma una caratteristica di qualità.

Innovazioni aggiuntive

Durante i suoi trent'anni di fabbricazione di coltelli, Chris Reeve ha inventato molto di più. Per esempio, è lui che ha introdotto un coltello fatto da un pezzo di acciaio con un manico cavo. Inoltre, ha capito come, con un frame lock, si può premere la sfera di fermo in ceramica sull'angolo della lock bar per una maggiore sostenibilità, e ha lavorato con Crucible sullo sviluppo dei tipi di acciaio CPM S30V e CPM S35VN. Inoltre, è stato il primo a determinare che è estremamente utile forare le rondelle di bronzo fosforico per evitare l'attrito e conservare il grasso. Inoltre, ha inventato un paio di serrature ed è menzionato come una delle prime persone che ha dato ad una lama una finitura stonewashed.

Uno dei tavoli di montaggio di Chris Reeve Knives

La gioventù di Chris Reeve

Chris Reeve è nato il 4 dicembre 1953 a Durban, Sudafrica. Più tardi studiò per diventare un ingegnere meccanico e nel suo tempo libero amava correre in moto. Durante queste gare era uno dei pochi a non essere sponsorizzato da una fabbrica. Per questo motivo ha deciso di fabbricare da solo la maggior parte dei pezzi e degli strumenti. Anche allora era molto intraprendente.

Quando Reeve fu arruolato negli anni settanta, scoprì che un componente chiave mancava nel suo equipaggiamento standard: un coltello. Dato il suo budget limitato, ha deciso di prendere in mano la situazione e crearne uno da solo. Un bel coltello con un manico di legno. Ottimo nei dintorni umidi di Durban, un po' meno nel deserto vicino al Mozambico. Nel giro di pochi giorni il legno scoppiò, cosa che lui, come soldato, non poteva proprio permettere che accadesse.

Come un vero meccanico ha iniziato immediatamente a fare brainstorming e schizzi. Il risultato fu un coltello con una lama e un manico fatti da un unico pezzo di acciaio. Un manico cavo. Un posto perfetto per riporre un pacchetto di sopravvivenza. Non doveva più preoccuparsi delle differenze di temperatura e di umidità.

Alla fine Reeve ha introdotto i primi coltelli di One Piece nei primi anni ottanta. Completamente personalizzati, fatti a mano. Non si poteva nemmeno parlare di produzione. Ma presto la domanda aumentò e nel gennaio del 1984 Reeve iniziò a produrre coltelli a tempo pieno.

Nel 1987 Reeve ha potuto presentare il primo precursore del Sebenza. Un coltello che è stato premiato con il riconoscimento 'Best Folding Knife' dalla Knifemakers Guild South Africa. Il primo di una serie di premi che devono ancora arrivare.

Negli anni seguenti Chris Reeve e sua moglie Anne hanno iniziato a costruire ed espandere la loro azienda. Tuttavia, nel 1989 decisero che la loro azienda avrebbe avuto più futuro negli Stati Uniti e si trasferirono dal Sud Africa a Boise, Idaho negli Stati Uniti.

Qui Chris Reeve continua a progettare e migliorare la sua impeccabile reputazione. Il numero di volte che ha vinto il prestigioso Manufacturing Quality Award non si riescono più a contare su una mano. Progetta nuovi coltelli. Da solo, ma anche con designer come Grant & Gavin Hawk e William (Bill) Harsey. Per gli appassionati e i fabbricanti di coltelli, i coltelli Chris Reeve sono ancora il punto di riferimento per i prodotti di alta qualità.