Hai un navigatore gravemente obsoleto. Il sito web potrebbe non funzionare correttamente.

Monoculari a confronto: Leica MONOVID 8x20, Bushnell Legend ED 10x42 & Eden HD 10x42

Non ricordo di aver mai guardato un monocolo prima di questa recensione, a parte i telescopi. Un monoculare ha un solo obiettivo e un solo oculare, che lo rendono molto più leggero e compatto di un binocolo tradizionale. Questo significa anche che si guarda attraverso il monocolo con un solo occhio. Per sentito dire, i binocoli sono utilizzati principalmente dai marinai e dai cacciatori, categorie alle quali non appartengo, ma per chi trova i binocoli troppo grandi ma vuole comunque avere la possibilità di vedere qualcosa (che sia il paesaggio, la fauna selvatica, un soggetto lontano, ecc.) un po' più da vicino, un monocolo è teoreticamente ideale per le sue dimensioni compatte. Sul campo, in realtà, non ho mai visto un birdwatcher con un monocolo, quindi è chiaro che non sono il target principale di questo tipo di strumento di osservazione. Ero quindi molto curioso di sapere se un monoculare potesse essere utilizzato per il birdwatching.

Prime impressioni e accessori

Il Leica MONOVID 8x20 è di gran lunga il più impressionante quando esce dalla confezione. Notevolmente piccolo, una bella custodia o fodero in pelle con una chiusura ingegnosa e una lente di conversione aggiuntiva che trasforma il visore in una lente d'ingrandimento, nascosta nel coperchio della custodia. Sono rimasto impressionato quando è uscito dalla scatola. Il monocolo in sé è sofisticato e ha un bell'aspetto. È un po' troppo piccolo per poter dire che è veramente comodo da tenere in mano, perché quando lo guardo, riesco a tenerlo solo tra un paio di dita. È facile nasconderlo in una tasca dei pantaloni o della giacca. Compresa la custodia, non è più grande e persino più leggero degli altri due mono senza custodia.

L'Eden HD 10x42 è quindi piuttosto grande rispetto al Leica, ma questo è solo relativo. Sembra più piccolo di un mezzo binocolo. L'alloggiamento in metallo lo fa sembrare robusto, senza fronzoli, e si tiene comodamente in mano. Non troppo pesante e facile da infilare in uno zaino o magari nella giacca. È un po' troppo grande per una tasca dei pantaloni, ma è certamente ancora possibile.Il meccanismo di messa a fuoco è un anello al centro del visore e sembra facile da usare. La custodia in dotazione è piuttosto semplice, ma serve allo scopo: riporre rapidamente il monocolo.

Il Bushnell Legend ED 10x42 ha più o meno le stesse dimensioni dell'Eden, ma poiché il meccanismo di messa a fuoco, la clip per la cintura e l'attacco per il treppiede si trovano all'esterno del visore, non è più rotondo e ha un aspetto un po' più goffo, o più "tattico" per dargli un'accezione positiva. Il collegamento per montarlo su un treppiede non ha alcun valore aggiunto per me, perché poi bisogna anche portarsi dietro un treppiede. La custodia in dotazione è molto grande e sembra un po' sovradimensionata. Sul visore stesso c'è anche una clip che può essere agganciata a una cintura. Il tappo dell'obiettivo anteriore è in plastica dura ed è fissato al visore con un meccanismo pieghevole, il che è piuttosto pratico.

Uso

Guardare con un binocolo tradizionale richiede uno sforzo minore perché si guarda con due occhi contemporaneamente. Quando uso il telescopio, spesso stringo l'altro occhio e alla fine mi sento stretto. Lo facevo anche con il monoculare, finché qualcuno non mi ha suggerito di tenere l'altro occhio aperto. All'inizio ci vuole un po' di tempo per abituarsi, ma alla fine ha funzionato sorprendentemente bene. Si segue il soggetto con un occhio e, quando lo si inquadra, si passa all'altro occhio per ottenere una visione più ravvicinata attraverso il monoculare. Quando il soggetto è inquadrato, spesso chiudo l'altro occhio per ottenere un'immagine leggermente più chiara. Il Leica ha una lente frontale piccola (20 mm), quindi personalmente trovo l'immagine troppo piccola. Inoltre, le sue dimensioni ridotte la rendono un po' difficile da tenere ferma e quindi non utilizzabile per gli uccelli in volo o nascosti su un albero. Questo è ovviamente un problema minore per i soggetti non in movimento. La messa a fuoco era un po' scattosa, ma potrebbe diventare più fluida con un uso più intenso - non l'ho usato abbastanza a lungo per questo.

L'Eden e il Bushnell hanno entrambi una lente frontale più grande (42 mm), che fa apparire l'immagine molto più ferma. Il vantaggio della forma e del posizionamento del meccanismo di messa a fuoco del Bushnell è che lo si tiene automaticamente in modo molto stabile. Con l'Eden è necessario ruotare una ghiera nel monocolo, il che significa che il movimento dell'osservatore è inevitabile e che è necessario uno sforzo maggiore per seguire un soggetto in movimento durante la messa a fuoco. Con un po' di pratica, questo funziona bene grazie all'immagine di grandi dimensioni.

Poiché la messa a fuoco del Bushnell avviene tramite una rotella posta all'esterno del visore, è l'unico monoculare che si può utilizzare con una sola mano. In pratica, ho sempre usato due mani perché si ottiene una presa migliore e una maggiore stabilità e quindi un'immagine più tranquilla.Il tappo dell'oculare del Bushnell è in plastica dura e non si adatta molto bene, causando alcune impronte nell'anello di gomma dell'oculare. Un vero peccato. Il tappo in gomma morbida dell'Eden è adatto e sarebbe un'opzione migliore. Ho sempre trovato i tappi di gomma standard sulle lenti anteriori dei visori piuttosto irritanti e spesso li lascio a casa, ma in realtà mi è piaciuta la copertura di Bushnell che protegge la lente anteriore. Un punto a favore, soprattutto perché ho portato gli oculari in tasca.

Qualità ottica

In termini di prestazioni ottiche, il Leica è chiaramente superiore agli altri due monocoli. Molto nitido, bei colori, relativamente molto luminoso e ottima nitidezza dei bordi. In breve, un'immagine che ci si può aspettare da un visore del segmento superiore. Anche la lente di conversione che trasforma il monocolo in una lente d'ingrandimento (nascosta nel coperchio della custodia) è un extra molto piacevole. I dettagli che si possono vedere con questa lente sono fantastici. Dopo un po' di pratica sono riuscito a scattare foto con il mio cellulare attraverso questa lente d'ingrandimento, quindi è possibile scattare belle foto macro con molti dettagli.

Il Bushnell e l'Eden hanno una lente frontale da 42 mm e quindi un'immagine molto più grande, quindi l'immagine appare più tranquilla. La nitidezza e la qualità sono buone su entrambi. La luce arriva a sufficienza e i colori sono belli profondi e ricchi di contrasto. La nitidezza dei bordi non è buona come quella del Leica, ma nell'uso normale non si nota a causa delle dimensioni dell'immagine. Nel confronto diretto, il Bushnell risulta leggermente migliore, credo soprattutto per la profondità dei colori che hanno un contrasto maggiore, ma sono entrambi molto buoni.

Conclusione

Nel complesso, sono piacevolmente sorpreso sia dal concetto di "monocolo" che dai monocoli specifici di questo test. Se esco appositamente per osservare gli uccelli, opterò sempre per un normale binocolo, eventualmente anche in combinazione con un telescopio. Ma per i viaggi in cui non voglio portarmi dietro un binocolo, ma voglio comunque avere qualcosa a portata di mano per vedere rapidamente qualcosa, un monoculare è l'ideale. Si può portare facilmente con sé e con il Bushnell e l'Eden è possibile vedere e osservare gli uccelli. Il dettaglio era certamente sufficiente per riconoscere gli uccelli e, con un po' di pratica, è ancora possibile individuare gli uccelli in volo e ottenere una buona immagine. Sebbene il Leica sia il migliore dal punto di vista ottico e sia un bellissimo visore, è meno adatto al birdwatching a causa delle dimensioni ridotte dell'immagine. Personalmente sceglierei l'Eden o il Bushnell: l'Eden è molto maneggevole e offre una buona immagine, mentre il Bushnell è solo un po' più facile da usare con un'immagine leggermente migliore.

Leica MONOVID 8x20

Vantaggi:

  • aspetto sorprendente

  • accessori (obiettivo di conversione incluso!)

  • molto compatto

  • immagine nitida, chiara e ad alto contrasto con buona nitidezza dei bordi

Svantaggi:

  • Difficile da tenere in mano a causa delle dimensioni ridotte

  • La messa a fuoco non è molto fluida

  • Le dimensioni ridotte e la difficoltà di impugnatura lo rendono meno adatto agli uccelli in volo o nascosti sugli alberi.

  • Comunque un prezzo molto buono

Bushnell Legend ED 10x42

Vantaggi:

  • Immagini nitide e colori intensi

  • Facile da mettere a fuoco e da maneggiare con una sola mano

  • Grazie al meccanismo di messa a fuoco, è possibile tenere immediatamente il visore in posizione stabile per ottenere immagini tranquille e ferme.

  • Copriobiettivo anteriore protettivo pieghevole

Svantaggi:

  • Tappo protettivo per l'oculare. Essendo di plastica dura, lascia delle ammaccature nella gomma dell'oculare.

  • Nitidezza dei bordi leggermente inferiore

  • Relativamente meno compatto rispetto agli altri due monocoli.

Eden HD 10x42

Vantaggi:

  • Aspetto elegante e robusto

  • Dimensioni maneggevoli

  • Immagine chiara e piacevole

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

Svantaggi:

  • Il meccanismo di messa a fuoco nel visore offre un'immagine leggermente meno stabile durante la messa a fuoco. Ci vuole un po' di pratica per seguire un soggetto in movimento mentre si mette a fuoco.

  • La nitidezza dei bordi non è ottimale

  • Due mani per mettere a fuoco

Folkert de Boer

Folkert è un volto noto nel mondo del birdwatching olandese. È strettamente coinvolto nel Batumi Raptor Count, guida escursioni di birdwatching per organizzazioni come BirdingBreaks e lavora da tempo per Waarneming.nl. Folkert si è interessato agli uccelli fin da piccolo e difficilmente lo si vede senza binocolo. Dice: "Il birdwatching è la mia passione. Si osserva l'ambiente circostante più da vicino e si inizia ad apprezzare ancora di più la natura. Mio padre portava sempre con sé un binocolo ogni volta che andavamo in vacanza, ed è così che mi sono appassionato anch'io. Sono spesso in Georgia per il Batumi Raptor Count, dove ogni autunno volano milioni di rapaci. Migrano dalle zone di riproduzione nell'estremo nord verso sud per svernare. Contandoli, ci facciamo un'idea di come stanno i rapaci".

Esperto di binocoli
Temi correlati
Spedizione
ups
Metodi di pagamento
payment-visa
payment-mastercard
payment-paypal
ITItalia